Archivio per il febbraio, 2009

VOLLEY: A1 DONNE, NOVARA TRAVOLGE BERGAMO NELL’ANTICIPO

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 28 feb. – Davanti ai 3500 spettatori dello Sporting Palace, l’Asystel Volley Novara travolge 3-0 (25-20; 25-16; 25-12) la Foppapedretti Bergamo nell’anticipo della ventesima giornata di Findomestic Volley Cup di Serie A1 e si porta ad un solo punto dalle orobiche che occupano la seconda posizione in classifica. Inerzia della partita sempre nelle mani delle piemontesi che hanno trovato in Kun Feng (Mvp della partita) la mente geniale del gioco. Bene la correlazione muro-difesa nella squadra di Pedulla’, mentre la Foppapedretti con Piccinini a mezzo servizio, soffre in attacco. L’Asystel Novara parte subito bene con Kozuch e Osmokrovic, ma e’ una sassata in attacco di Barcellini a dare la prima scossa alla gara (11-7). Le magie in palleggio di Feng mandano a bersaglio Paggi dal centro (15-12) con la centrale che poco dopo mura Ortolani (16-12). Bergamo soffre in ricezione e in attacco non punge. Ci pensa Anzanello (22-18), poi tre errori delle orobiche consegnano il set alle piemontesi (25-20). Nel secondo set e’ sempre l’Asystel a dettare il ritmo del gioco con Kozuch (5-2) che infiamma lo Sporting Palace. La squadra di Micelli non trova soluzioni vincenti in attacco e la difesa soffre terribilmente il servizio avversario. Osmokrovic prima (13-8) e Kozuch poi tracciano il divario (14-9). Micelli prova la carta Piccinini, ma l’Asystel allunga sul 21-14 e chiude poi 25-16. Monologo delle biancoblu di casa nel terzo set con Barcellini (18-9) protagonista assoluta e con Kozuch che griffa con un ace il 25-12 per la gioia dei tifosi sugli spalti.

(AGI)

Red

RUGBY: 6 NAZIONI; DONDI “MALLETT? FAREMO CONTI A FINE TORNEO”

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Edimburgo (Scozia), 28 feb. – “Un esonero di Mallett? Non se ne parla nemmeno, faremo i conti a fine torneo”. Il presidente della Fir Giancarlo Dondi esclude un cambio della guida tecnica dell’Italrugby, uscita sconfitta oggi in casa della Scozia nella terza giornata del Sei Nazioni dopo i ko con Inghilterra e Irlanda. “Siamo scesi in campo troppo nervosi – ha detto Dondi ai microfoni di La7 – contro una squadra che ha giocato bene, piu’ forte nell’uomo contro uomo. Oggi gli scozzesi sembravano dei mostri, ci siamo difesi ed i ragazzi hanno dato tutto ma questi livelli bisogna dare qualcosa in piu’”. Nonostante confermi Mallett, il numero uno della Fir non nasconde la delusione per un Sei Nazioni azzurro fin qui quasi fallimentare: “Siamo partiti male, speravamo in un torneo migliore. Ci manca la tranquillita’: cercheremo di porci rimedio, di dare il massimo nelle ultime due partite (al Flaminio con Galles e Francia, ndr) che sembrano impossibili. Mallett e’ un tecnico d’esperienza e sa che si puo’ risorgere anche da match impossibili: e’ uno dei nostri momenti piu’ difficili, i ragazzi lo hanno capito e tutti insieme cercheremo di risollevare l’immagine della Nazionale”. “Il rugby italiano e’ questo: si deve capire che il livello del campionato e dei nostri giocatori e’ inferiore rispetto alle altre squadre del Sei Nazioni”. Nick Mallett non si assume la responsabilita’ della brutta sconfitta in Scozia, attribuendola invece all’arretratezza tecnica del movimento azzurro. “Parisse, Canale e Zanni hanno disputato una bella partita – ha detto il tecnico sudafricano ai microfoni di La7 – Abbiamo difeso bene e tenuto palla piu’ degli scozzesi, pero’ abbiamo problemi nell’uno contro uno, ci mancano giocatori veloci che facciano la differenza”.(AGI)

Red

SCI: MONDIALE MASTER DI TARVISIO DAL 9 AL 12 MARZO

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI) – Sacile (Udine), 28 feb. – La ricetta del successo organizzativo di una regione di piccole dimensioni qual e’ il Friuli Venezia Giulia, che ha fruttato grandi risultati anche di recente a Tarvisio, alla Coppa del mondo femminile di sci, si riproporra’ tra breve da Tarvisio a Piancavallo. Dal 9 al 12 marzo, infatti, la localita’ sciistica pordenonese ospitera’ il Campionato del mondo Master dello sci della FIS, la Federazione internazionale dello sci. L’evento e’ stato presentato a Palazzo Biglia a Sacile, citta’ sede dello Sci Club organizzatore, alla presenza del vicepresidente della Giunta regionale, Luca Ciriani, dell’assessore regionale allo sport, Elio De Anna, e del vicepresidente del Consiglio regionale, Maurizio Salvador. E’ una ricetta efficace, quella del modello organizzativo delle grandi manifestazioni prescelta dall’Amministrazione: “essa – come ha detto Ciriani – si fonda in particolare sul grande apporto del volontariato sportivo. E consente di coniugare con grandi risultati lo sport con la promozione turistica delle singole realta’ e dell’intero Friuli Venezia Giulia”. La presentazione di Sacile e’ stata occasione per l’assessore De Anna per ribadire la funzione che hanno gli atleti master nella promozione degli ideali dello sport: “ideali che sono essenziali per far crescere in modo corretto la societa’ civile e per educare i giovani ad affrontare la vita con i giusti principi”. De Anna ha poi caldeggiato l’ulteriore sviluppo delle infrastrutture sciistiche di Piancavallo, a beneficio dell’intero territorio pordenonese. Piancavallo, secondo l’assessore, e’ una realta’ strettamente legata agli sport invernali, ma potrebbe trarre grande giovamento dalla realizzazione di una funivia tra la montagna pordenonese e Tambre, la localita’ situata sul versante bellunese del Cansiglio, alle spalle del polo turistico friulano. Proposta che ha trovato la piena condivisione del sindaco di Aviano, sul cui territorio si trova il polo turistico. Stefano Del Cont Bernard, infatti, ha accolto con entusiasmo le parole di De Anna, ricordando le azioni gia’ avviate dal Comune per il rilancio della localita’ montana, come il ripristino del ‘Palazzetto 2′, realizzato in occasione delle Universiadi, che sara’ la sede logistica del Mondiale master. (AGI)

Cli/Ts/Ing (Segue)

RUGBY: 6 NAZIONI, ITALIA KO ANCHE IN SCOZIA (26-6)

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Edimburgo (Scozia), 28 feb. – Un altro passo indietro, piu’ evidente dei ko con Inghilterra e (al Flaminio) Irlanda. L’Italrugby frana anche nel tempo degli highlanders, il Murrayfield, cadendo 26-6 sotto la spinta di una Scozia non certo imbattibile e vicinissma a quel XV che ci tolse d’un soffio la storica qualificazione ai quarti della Coppa del Mondo francese.

Due le mete dei britannici (di Danielli e Gray, una per tempo) contro lo zero assoluto degli azzurri, che sporcano il referto solo con un drop di capitan Parisse (22′), l’ultimo ad arrendersi, e una punizione di McLean (15′ st). Piu’ che in altre occasioni l’Italia torna ad essere la “cenerentola” del Torneo, vuoi per le tante assenze che la affliggono, vuoi per una conduzione tecnica, quella di Mallett, quantomeno discutibile. E in vista del match col Galles di sabato 14 marzo ci sara’ da portare subito qualche modifica, nell’atteggiamento e nell’assetto, per non rimediare l’ennesima figuraccia.

Il Murrayfield regala il solito, incredibile colpo d’occhio. Tradizione, cornamusa e azzurri che hanno tanta voglia di dimenticare i precedenti ko. Una “mission” che risulta quasi subito impossibile, visto che gli errori di sempre non vengono cancellati: touche debole, mischia leggera e velocita’ che latita. Cosi’, agli highlanders, non certo inarrivabili, basta svolgere il compitino per tenere a bada una partita si’ intensa ma poco spettacolare.

Dopo 4′ Garcia esce dal campo come un pugile suonato (dentro Bocchetti) per un incontro ravvicinato con Godman, che a sua volta lascia spazio temporaneamente all’osannato Paterson, il kicker abituato a farci soffrire. Ed infatti centra l’acca al 5′ e al 13′, prima di riaccomodarsi in panca. (AG

Red (Segue)

BASKET: SERIE A. FORTITUDO-SIENA IL CLOU, ROMA OSPITA UDINE

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 28 feb. – E’ nel posticipo televisivo di domani sera (ore 21, diretta Sky Sport 2) il clou della 20esima giornata del massimo campionato di basket. Ma non per ragioni di classifica, visto che la Fortitudo e’ in acque agitate e la Montepaschi vola irraggiungibile, quanto per le atmosfere che una classica di questo rango riescono sempre a regalare, a prescindere dalla posta in palio. E cosi’, l’imbattuta Siena e’ di scena sul parquet di una Gmac che, con la solita lista di acciaccati (DJ Strawberry, Lamma, Fucka e Slokar) puo’ trovare sollievo solo nel computo dei precedenti (42-31 in suo favore), visto che in classifica i campioni d’Italia sono a quota 38 ed i biancoblu’ a 14. Un match sulla carta chiuso nel pronostico ma il bello del basket e’ che non si sa mai. E allora coach Pianigiani, che domani potrebbe toccare le cento vittorie sulla panca biancoverde, fa bene a predicare costante umilta’, soprattutto dopo le sberle rimediata dal Cska che hanno raffreddato gli entusiasmi per la vittoria in Coppa Italia. E’ quasi un testacoda anche l’incontro del PalaLottomatica che vede la Virtus Roma incrociare la Snaidero Udine dell’ex Allen. Gli arancioni, alla caccia della 150esima affermazione in Serie A, hanno Ortner in dubbio per influenza, i capitolini di Gentile covano la giusta rabbia dopo l’eliminazione prematura in Eurolega. Interessante l’anticipo di mezzogiorno del PalaScapriano tra la Bancatercas Teramo e la Ngc Cantu’, mentre l’Armani Jeans Milano ha l’obbligo di sfruttare il turno casalingo dopo il ko con il Tau contro la matricola Carife Ferrara, con la cui maglia Thomas, ex dell’incontro, disputo’ due campionati di LegaDue. L’Adriatic Arena e’ pronta ad infiammarsi per spingere la Scavolini Spar Pesaro contro l’Eldo Caserta in un match fondamentale per i biancorossi in chiave play-off, cosi’ come una sorta di scontro diretto tra l’Angelico Biella (200esima presenza in A per Spinelli) e la Premiata Montegranaro. (AGI)

Red

VOLLEY: SERIE A1, TURNO DECISIVO IN CHIAVE SALVEZZA

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 28 feb. – Entra decisamente nel vivo la regular-season di volley. La decima giornata di ritorno di Serie A1 mette domani in palio punti fondamentali per il futuro di alcune formazioni.

In chiave salvezza, la giornata manda in scena la sfida tra Yoga Forli’ e Antonveneta Padova. I tre punti in palio sono l’ancora di salvataggio che permetterebbe alla vincitrice di continuare a sperare. Altri risultati potrebbero costringere a dire addio alla massima serie. Entrambe a 22 punti, Framasil Pineto e Stamplast Martina Franca cercheranno di mantenere a debita distanza la zona pericolosa della classifica. Per farlo, dovranno superare due avversari tutt’altro che facili: da una parte la Copra Nordmeccanica Piacenza, che ha ripreso la sua corsa grazie al successo di sette giorni fa su Montichiari, dall’altra la Trenkwalder Modena definitivamente esclusa dai play-off, ma decisa a non deludere ancora, soprattutto negli incontri tra le mura amiche.

Cerchera’ di ridurre il distacco dall’ottavo posto la Tonno Callipo Vibo Valentia che affrontera’ al PalaOlimpia la Marmi Lanza Verona, una delle dirette antagoniste per l’accesso alla corsa scudetto. L’altra squadra decisa a difendere la propria posizione in classifica e’ la Sisley Treviso, impegnata in trasferta, sul difficile campo della Lube Banca Marche Macerata, ancora imbattuta nelle gare casalinghe di questa stagione. L’altra sfida al vertice e’ quella di Cuneo, dove la Bre Banca Lannutti cerchera’ di fermare la corsa della Rpa-LuigiBacchi.it Perugia per riavvicinarsi alla testa della classifica.

In diretta su Sky Sport 2, chiude il turno Acqua Paradiso Gabeca Montichiari-Itas Diatec Trentino. La formazione di Berruto vuole reagire dopo le sconfitte al tie-break delle ultime giornate. Di fronte avra’ la corrazzata Trento, reduce dal sesto successo consecutivo per 3-0 tra Campionato e Champions League. (AGI)

Red

TENNIS: TORNEO ACAPULCO. FINALE PENNETTA-VENUS WILLIAMS

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Acapulco (Messico), 28 feb. – Saranno Flavia Pennetta e Venus Williams a contendersi in finale l’”Abierto Mexicano Telcel”, torneo Wta da 220.000 dollari di montepremi in corso sulla terra rossa di Acapulco, in Messico. L’azzurra, seconda forza del tabellone e detentrice del titolo, ha rifilato un doppio 6-3, in un’ora e un quarto di gioco, la ceca Iveta Benesova, quarta testa di serie. La Williams, grande favorita del seeding e reduce dal successo di Dubai, ha invece battuto nell’altra semifinale la ceca Barbora Zahlavova Strycova con un secco 6-0 6-3. Cinque i precedenti tra le due finaliste, con la ventottenne americana in vantaggio 3-2. La Pennetta e’ a caccia del settimo titolo Wta dopo quelli conquistati a Sopot (2004), Bogota’ (2005), Bangkok (2007), Vina del Mar (2008) e Acapulco (2005 e 2008). (AGI)

Red

BASKET:NBA, SERATA NEGATIVA PER BARGNANI BELINELLI E GALLINARI

sabato, febbraio 28th, 2009

(AGI/ITALPRESS)- New York, 28 feb – Serata negativa per i tre italiani in Nba, Andrea Bargnani, Marco Belinelli e Danilo Gallinari, tutti sconfitti con le rispettive franchigie. A livello personale il migliore dei tre e’ il Mago che nel ko di Toronto contro Phoenix per 133-113, parte in quintetto e nei 35 minuti trascorsi sul parquet mette a referto 21 punti con 7/13 dal campo (2/4 da tre) e 5/6 ai liberi, collezionando anche 6 rimbalzi, un assist e una stoppata. Meglio di lui, fra i Raptors, Marion (27 punti e 11 rimbalzi) ma dall’altra parte c’e’ un monumentale Shaquille O’Neal, autore di 45 punti e 11 rimbalzi, ben coadiuvato da Grant Hill (14 punti e 12 assist). Delude Belinelli, titolare nel ko dei Golden State Warriors contro gli Charlotte Bobcats per 112-109. Coach Nelson lo manda in campo dall’inizio, il Beli ci resta per 22′ ma realizza solo 6 punti (3/7 al tiro, 0/3 dalla lunga distanza), mettendo a referto anche due assist, una palla rubata e tre perse. Ottima prova per Jackson (33 punti) ma le doppie doppie di Wallace (14 punti e 11 rimbalzi) e Okafor (15+11) e i 26 punti di Felton trascinano i Bobcats. Dodici minuti in campo, invece, per Gallinari nella sconfitta dei New York Knicks per 108-103 contro i Philadelphia 76ers. Per il “Gallo” appena tre punti (1/2 da tre), un rimbalzo e una stoppata, doppia doppia per Lee (17 punti e 11 rimbalzi), bene Hughes (25 punti) mentre fra i 76ers ci sono i 25 punti e 6 assist di Miller.(AGI)

Red/Mao

TENNIS: FED CUP, RESPINTO RICORSO FRANCIA PER “CASO PENNETTA”

venerdì, febbraio 27th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 27 feb. – Il caso-Pennetta in Fed Cup e’ ufficialmente chiuso. L’Itf ha infatti comunicato che la decisione presa dal giudice arbitro ad Orleans durante l’incontro tra la tennista brindisina ed Amelie Mauresmo, valido per il match tra Italia e Francia, non puo’ che essere considerata “finale”. Il che equivale a dire che il ricorso presentato dalla federazione francese non e’ neppure stato preso in considerazione.

L’episodio contestato e’ avvenuto sul 6-6 nel corso del tie-break che ha deciso il secondo set. L’azzurra, dopo essersi visto chiamare out dai giudici di linea uno splendido passante sulla riga, ha protestato in modo eccessivo con l’arbitro dell’incontro (la svedese Louise Engzeln), rivolgendole un insulto in lingua spagnola e un gestaccio con la mano. In quel momento si era sul 7-6, dunque sul match point per la Mauresmo. Secondo i francesi, il comportamento della Pennetta doveva essere sanzionato con l’espulsione o almeno con un penalty-point, il che avrebbe dato la vittoria alla Mauresmo. Invece l’arbitro, dopo essersi consultata a lungo con il giudice arbitro svizzero Andreas Egli, si e’ limitata a infliggere a Flavia un warning. Poi la Mauresmo ha commesso il doppio fallo che ha ribaltato l’esito del match. La Pennetta si impose poi per 2-6 7-6(7) 6-4. (AGI)

Red

CALCIO: IFAB, SUL TAVOLO GIUDICI PORTA ED ESPULSIONI A TEMPO

venerdì, febbraio 27th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 27 feb. – I giudici di porta, le espulsioni a tempo e altre possibili novita’. Grande attesa per il 123esimo General Meeting dell’International Football Association Board (Ifab), in programma domani a Newcastle, nella contea Nordirlandese di Down. L’organismo deputato al governo e alla modifica delle Regole del Gioco del calcio, composto dalle 4 Home Unions fondatrici (Inghilterra, Scozia, Irlanda del Nord e Galles) e dalla Fifa, esaminera’ domani alcune proposte, a partire dall’utilizzo di due arbitri supplementari posizionati sulla linea di porta, principale alternativa sostenuta fortemente da Platini all’utilizzo di un dispositivo tecnologico da installare sulle linee di porta, utile a valutare la segnatura o meno di una rete.

All’esame dell’Ifab anche la proposta formulata dalla Federazione Nordirlandese relativa all’introduzione dell’espulsione temporanea, sul modello di altre discipline come hockey, pallanuoto e rugby: e’ il cosiddetto “cartellino arancione”, una sanzione a meta’ strada tra ammonizione ed espulsione. All’ordine del giorno anche il possibile aumento delle sostituzioni in caso di tempi supplementari (da 3 a 4) e del tempo limite dell’intervallo tra i due tempi di gioco (da 15 a 20 minuti), l’interpretazione del fuorigioco (il difensore che dovesse portarsi fuori dal campo senza il consenso arbitrale verrebbe considerato posizionato sulla linea di fondo o di porta) e l’accessibilita’ dell’area tecnica per gli allenatori (libera permanenza per tutta la durata dell’incontro, senza obbligo di fare ritorno in panchina una volta fornite le indicazioni alla propria squadra). Gli emendamenti verranno sottoposti a votazione dal Board e saranno necessari 6 voti sugli 8 complessivi per procedere all’approvazione. (AGI)

-

RUGBY: 6 NAZIONI, MALLETT “NON RIPETEREMO ERRORI CON IRLANDA”

venerdì, febbraio 27th, 2009

(AGI/ITALPRESS) – Edimburgo (Scozia), 27 feb. – Rifinitura pomeridiana al Murrayfield Stadium per la Nazionale italiana di rugby che domani pomeriggio, alle 15 locali (16 in Italia, diretta tv La7), affrontera’ la Scozia nella terza giornata del 6 Nazioni. Gli azzurri capitanati da Sergio Parisse inseguono, come gli highlanders di Frank Hadden, la prima vittoria stagionale nel Torneo dopo le sconfitte con Inghilterra e (al Flaminio) con l’Irlanda.

Sul prato che domani ospitera’ l’incontro, l’Italia ha provato per l’ultima volta le rimesse laterali ed i lanci di gioco. “Abbiamo lavorato molto in settimana per non ripetere gli errori commessi contro l’Irlanda, specialmente dal punto di vista disciplinare”, ha spiegato il ct Nick Mallett nella conferenza della vigilia, sottolineando come i tanti falli concessi abbiano ricoperto un ruolo importante nella sconfitta interna contro l’Irlanda.

“Diciotto punizioni al Flaminio – ha aggiunto – sono indiscutibilmente troppe, domani sara’ di capitale importanza concederne molte di meno agli scozzesi”. “Quanto fatto nel corso della settimana di raduno a Roma – ha detto capitan Sergio Parisse – ci rende molto fiduciosi per la partita di domani, sappiamo di non aver espresso il nostro miglior rugby nelle prime due giornate del Torneo e vogliamo ad ogni costo riscattarci, per noi stessi e anche per i nostri tifosi che ci hanno seguito in forze anche qui in Scozia. Penso – aggiunge – che se riusciremo ad evitare gli errori delle ultime partite, superare la nostra difesa sara’ molto difficile per la Scozia”.

Mauro Bergamasco, autore di due mete a Murrayfield nel 2001 e nel 2007, preferisce lasciare nel cassetto i ricordi delle sue ultime apparizioni scozzesi: “I ricordi sono ricordi, preferisco concentrarmi come tutti i miei compagni sulla partita di domani e mettermi a disposizione della squadra per cercare di essere il piu’ utile possibile al nostro piano di gioco”.

Queste le formazioni domani in campo. SCOZIA: Southwell; Danielli, Evans M., Morrison, Evans T.; Godman, Blair (cap); Taylor, Barclay, Strokosch; Kellock, White; Murray, Ford, Jacobsen. In panchina: Hall, Dickinson, Brown, Gray, Cusiter, Paterson, De Luca. Allenatore: Hadden. ITALIA: Marcato; Bergamasco Mi., Canale G., Garcia, Pratichetti M.; McLean, Griffen; Parisse S. (cap), Bergamasco Ma., Zanni; Bortolami, Dellap; Castrogiovanni Mar., Ghiraldini, Perugini S. In panchina: Sbaraglini, Nieto, Del Fava, Sole, Canavosio, Bacchetti, Rubini Gi. Allenatore: Mallett. ARBITRO: Owens (Galles); g.d.l. Clancy (Irlanda), Poite (Francia). TMO: Whitehouse (Galles). (AGI)

Red

TURISMO: MORASSUT, “DA ALEMANNO SOLO ANNUNCI;ROMA E’ IN CRISI”

venerdì, febbraio 27th, 2009

(AGI) – Roma, 27 feb. – Il segretario del Lazio del Partito democratico, Roberto Morassut, attacca il primo cittadino di Roma, Gianni Alemanno, sulle politiche per il turismo. “Mentre il sindaco lancia nel vuoto proposte indefinite come il Parco a tema e il gran premio di Formula 1″, denuncia Morassut, la sua politica “ha subito il declassamento dell’aeroporto di Fiumicino e la destrutturazione di Alitalia, cioe’ di due motori essenziali per il turismo e l’occupazione della Capitale”. E ha continuato: “Nelle parole di Alemanno emerge tanta improvvisazione e faciloneria, perche’ il turismo e’ un’industria della citta’, e come tale va alimentata con politiche serie e credibili e con una coerente programmazione di opere pubbliche”. Invece, “la cruda verita’ e’ che tutti gli indicatori del settore sono in calo e che la Giunta comunale non ha una politica per fronteggiare le crisi”. In questi mesi, ha aggiunto il segretario del Pd, “abbiamo assistito a un susseguirsi di annunci senza vedere ne’ un progetto, ne’ un piano finanziario. La verita’ -conclude Morassut- e’ che la Giunta ha definanziato tutte le opere previste nel quadrante Ovest: 50 miliardi per il Ponte dei Congressi, 18 miliardi delle opere pubbliche per le Torri dell’Eur e 8 miliardi per il sottopasso di via dell’Umanesimo”. (AGI)

Red

RACITI: MARATONA CONTRO VIOLENZA STADI DA CATANIA A PALERMO

venerdì, febbraio 27th, 2009

(AGI) – Catania, 27 feb. – Duecentosettanta chilometri di corsa, da Catania a Palermo, dallo stadio catanese “Angelo Massimino” a quello palermitano “Renzo Barbera” per diffondere il messaggio “Uniti contro la violenza” nel nome dell’ispettore Filippo Raciti, ucciso il 2 febbraio del 2007 durante le violenze dei tifosi a Catania. L’iniziativa organizzata dalle Province di Catania e Palermo, dal X Reparto mobile della polizia di Catania, con la collaborazione del Corpo forestale e delle amministrazioni cittadine attraversate, e’ stata presentata questa mattina nel Centro direzionale Nuovaluce, dal presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione. “Questa iniziativa -ha detto- ha un valore simbolico fortemente significativo, sottolinea il messaggio contro la violenza che deve essere fatto proprio da tutti gli sportivi e deve essere ribadito in ogni manifestazione agonistica. Siamo grati ai genitori dell’ispettore Filippo Raciti che con la loro presenza testimonianza importante. Lo sport deve unire sempre e mai dividere”. Il messaggio di pace sara’ affidato alla fiaccola che, accesa nel piazzale intitolato a Raciti davanti alla tribuna B dello stadio Massimino, dove domattina alle 9 e’ fissata la partenza, servira’ per accendere un braciere posto davanti alla caserma del Reparto mobile di Catania, in corso Italia, dove ardera’ per tutta la durata della maratona, il cui arrivo al Batrbera e’ previsto un’ora prima del derby di serie a Palermo-Catania. (AGI)

Cli/Pa/Rap/Mzu