Archivio per il giugno, 2008

TENNIS: WIMBLEDON, AVANTI I BIG AI QUARTI LE WILLIAMS

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Londra, 30 giu. – Il lunedi’ nero per le big corrisponde a quello meno complicato dei grandi protagonisti del tabellone maschile. Sulla tradizionale erba di Wimbledon, dopo la pausa domenicale, ne’ Roger Federer ne’ Rafael Nadal, i primi due della classe, trovano ostacoli nel loro cammino verso l’ennesimo faccia a faccia di una carriera quasi parallela.

Federer, lo svizzero che ama lo slam londinese per aver domato i ciuffi d’erba per ben cinque volte consecutive, finora non ha lasciato per strada nemmeno un set. Non lo ha impegnato piu’ di tanto nemmeno un “canguro” come Lleyton Hewitt, eliminato agli ottavi con lo score di 7-6(7) 6-2 6-4: il campione elvetico avra’ ora di fronte il croato Mario Ancic, un cliente scomodo per aver appena alzato al cielo lo scalpo di Verdasco. Ancora tutto piu’ semplice per Rafael Nadal, il mancino spagnolo nato “terraiolo” e sempre piu’ a suo agio anche sul verde. A cadere sotto i suoi potenti colpi di rimbalzo, il russo Mikhail Youzhny, zittito per 6-3 6-3 6-1. Ad approdare ai quarti sono anche il tedesco Schuettler e lo spagnolo Lopez, ai danni del gigante serbo Tipsarevic e di un Baghdatis che ancora una volta non coglie l’attimo fuggente.

Mini rivoluzione, invece, tra le donne, dove le cosiddette big soffrono ancora una giornata no. Tutta colpa, o merito, della ‘febbre asiatica’: entrano di diritto tra le prime otto la veterana thailandese Tamarine Tanasugarn, trentunenne ferma al numero 60 delle classifiche mondiali, e Jie Zheng, seconda cinese a spingersi tanto lontano a Wimbledon dopo Na Li. Cedono il passo, rispettivamente, la forte serba Jankovic (6-3 6-2) e la ungherese Szavay (6-3 6-4), con la Tanasugarn che ora dovra’ testare le capacita’ di concentrazione di Venus Williams, ‘predestinata’ alla finale cosi’ come la sorellona Serena, troppo forte per la connazionale Mattek. Lunedi’ non al top per le russe: se avanzano Dementieva e Petrova, salutano anzitempo Chakvetadze e Kuznetsova, ‘inciampate’ su ragazze terribili come Vaidisova e Radwanska. (AGI)

Red/Rus

RAI: SU RAISPORT PIU’ IN DIRETTA LA CONFERENZA STAMPA DI LIPPI

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI) – Roma, 30 giu. – Domani alle 14.45 su “Raisport Piu’”, andra’ in onda in diretta dall’Hotel Parco dei Principi di Roma la conferenza stampa di presentazione del nuovo ct della Nazionale Marcello Lippi. Il tecnico di Viareggio tornera’ sulla panchina dell’Italia che aveva portato alla vittoria nel Mondiale di Germania 2006. L’obiettivo sara’ il Mondiale 2010 in Sud Africa. Tra il 2004 e il 2006 Lippi aveva guidato la Nazionale per 29 partite, ottenendo 17 vittorie, 9 pareggi e 2 sconfitte. (AGI)

Red/Cva/Clo

F.1: GP GRAN BRETAGNA. HAMILTON “A SILVERSTONE PER VINCERE”

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Londra, 30 giu. – Cammino in salita per Lewis Hamilton nel mondiale di Formula 1. Attualmente il britannico della McLaren e’ quarto staccato di dieci lunghezze da Felipe Massa. Davanti al proprio pubblico di Silverstone, il pilota McLaren spera di ritrovare la via del successo. “Essere davanti al tuo pubblico ti influenza sempre, non si sa cosa accade esattamente, forse e’ dovuto alla buona conoscenza dell’ambiente o dal sostegno costante dei tifosi? Conferisce un surplus alla motivazione. E’ un qualcosa che non si sente altrove e quindi si ha solo voglia di segnare un buon risultato. Tutti i piloti vorrebbero vincere davanti al proprio pubblico. La gente considera spesso Silverstone, Monaco, Monza e Spa le corse piu’ belle. Per me e’ piu’ semplice: volevo vincere nella prima gara stagionale, vincere a Monaco, e ci sono riuscito quest’anno e vincere ovviamente a Silverstone. Sono i miei obiettivi e sono pronto a raccogliere la sfida di questo weekend. E’ uno dei migliori circuiti del calendario, una pista da piloti, molto veloce. Nella prima met non si ha mai bisogno di frenare, bisogna solo inserire e scalare le marce. In effetti bisogna fare attenzione a non far scendere troppo la temperatura dei freni. Sono convinto che la F1 non sarebbe piu’ la stessa senza Silverstone”. (AGI/ITALPRESS)

Red

TV: CON “TERAPIA D’URGENZA” TORNA PRODUZIONE RAI A MILANO

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI) – Milano, 30 apr. – Si tratta di storie “moderne”, almeno stando alla definizione che ne da’ la mano (quella di Anna Mittone, la stessa di “Un posto al Sole” e “La squadra”) che, partendo dal format spagnolo Hospital Central, le ha intrecciate ad arte per proporre tratti e temi propri delle nostre realta’ culturali e sociali. Storie, insomma, che da un lato eclissano la “famiglia classica” per mostrare sfaccettature piu’ dinamiche, e dall’altro introducono nei ‘medical case’ imprescindibili fenomeni di oggi. Ecco, allora, personaggi separati o divorziati, alle prese con le sfide della vita (nuovi amori, relazioni occasionali, conflittualita’, tipici problemi di famiglie monogenitore) e con casi che abbracciano problematiche che vanno dal razzismo all’emarginazione sociale, dalla tossicodipendenza all’alcolismo, dalla violenza domestica all’omosessualita’, dal doping alla violenza negli stadi fino all’anoressia e passando per trapianti, donazione di organi, aids, aborto e fecondazione assistita. Vi si muovono con neoacquisita dimestichezze (grazie a un corso dispensato da un vero medico anestesista, qualche gita in veri ospedali e la presenza costante sul set di un consulente scientifico) un primario esigente (Cesare Bocci), un burbero tutor di specializzandi (Rodolfo Carsato) e un chirirgo che gli fa da contraltare (Antonella Fattori), un’efficiente capo infermiera (Daniela Scarlatti) una dottoressa (Milena Micone) ‘contesa’ tra due colleghi (Sergio Muniz e Marco Basile), una pediatra detrminata (Alessia Barela), gli infermieri (Elisabetta Rocchetti e Max Pisu), i paramedici (Miariam mesturino, Andrea Marrocco e Leonardo Ruta) e gli specializzandi (Michele Cesari). Rai Fiction e Raidue ci credono: in cantiere c’e’ gia’ la scrittura della seconda serie. Antonio Marano, soprattutto, crede nella “dinamicita’” del prodotto in cui identifica “la cifra propria delle fiction di Raidue”. Intanto, dal 29 agosto, queste prime 18 puntate, realizzate da Videomedia e dirette da un tris di registi: Giampaolo Tescari, Lucio Gaudino e Carmine Elia. (AGI)

Cli/Ven

LOTTA A PROSTITUZIONE: A NOVARA MANIFESTI CON ATLETE VOLLEY

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI) – Novara, 30 giu. – Una fotografia che affianca, riprese in mezzobusto, una pallavolista dell’Asystel Volley Novara e una ragazza ex-vittima dello sfruttamento delle prostituzione, entrambe con lo sguardo rivolto all’osservatore. E’ quanto riproducono i manifesti che saranno affissi nei prossimi giorni nelle strade novaresi nell’ambito dell’iniziativa intitolata “Seeing difference”, promossa dal Rotaract Club Novara per dare visibilita’ a due importanti e diverse realta’ novaresi “al femminile”: una di chiara notorieta’ sportiva, l’Asystel Volley Novara, e l’altra che opera perlopiu’ nel silenzio: la Onlus “Liberazione e speranza”, che dal 2000 si occupa della protezione e del reinserimento sociale di donne che sono riuscite a sfuggire alla violenza delle organizzazioni criminali dedite allo sfruttamento della prostituzione. Il progetto consiste nell’affissione, nelle strade cittadine, di 200 manifesti con il volto di sei ragazze dell’Asystel Volley e di sei tra le oltre 400 ragazze che “Liberazione e speranza” ha finora sostenuto nel riacquistare dignita’ e autodeterminazione. Sui manifesti, inoltre, verra’ pubblicizzato il numero verde gratuito antitratta (800-290-290), istituito dal Dipartimento per i diritti e le pari opportunita’ della Presidenza del Consiglio dei Ministri per fornire aiuto alle vittime della tratta. La realizzazione del progetto, sponsorizzato dal Comune e dalla Provincia di Novara, e’ stata finanziata dalla Banca Popolare di Novara Spa (Gruppo Banco Popolare). “Attraverso i manifesti, che verranno affissi in citta’ fino al mese di settembre – spiega il presidente del Rotaract Club Novara, Antonio Poggi Steffanina – le ragazze vogliono lanciarci dei messaggi precisi: entrambe hanno vinto la loro partita, entrambe si sono impegnate e si stanno impegnando per ‘riuscire’. L’unica cosa che le differenzia sono le opportunita’ e il colore della pelle. Esse, soprattutto, ci ricordano che i pregiudizi possono essere vinti”. (AGI)

Cli/To/Chc

DOPING: AL VIA BANDO DI RICERCA DEL MINISTERO DELLA SALUTE

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI) – Roma, 30 giu. – Un bando per la ricerca sui farmaci, sulle sostanze e sulle pratiche mediche che possono essere utilizzati come doping nelle attivita’ sportive, sia a livello agonistico che amatoriale. Lo promuove la Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attivita’ sportive del Ministero del Lavoro e della Salute nell’ambito della legge 376/2000 che dispone la promozione della salute e la prevenzione del doping. I progetti possono essere presentati entro il 30 luglio da Universita’(Dipartimenti ed Istituti), Consiglio nazionale delle ricerche, Strutture del SSN o accreditate con lo stesso, Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (ASSR), Agenzie Regionali Prevenzione e Ambiente (ARPA), Istituto Superiore di Sanita’, Istituto per gli Affari Sociali, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico pubblici e privati (IRCCS), CONI, Regioni e Province Autonome. I fondi disponibili per il 2008 ammontano a 900.000 euro. Il bando e’ consultabile sul sito web del ministero della salute, www.ministerosalute.it . (AGI)

Red/Pgi

TENNIS: WIMBLEDON, A SORPRESA JANKOVIC KO CONTRO TANASUGARN

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI/AFP) – Londra, 30 giu. – Sconfitta a sorpresa per Jelena Jankovic, negli ottavi di Wimbledon. La serba numero due del tabellone e’ stata battuta 6-3, 6-2 dalla thailandese Tamarine Tanasugarn. Passano ai quarti anche Venus Williams (6-3, 6-4 alla russa Alisa Kleybanova) e la cinese Zheng Jie (6-3, 6-4 all’ungherese Agnes Szavay). (AGI)

Sar

ATLETICA: IL VENTO SOFFIA VIA IL RECORD MONDIALE A TYSON GAY

lunedì, giugno 30th, 2008

(AGI/AFP) – Eugene (Oregon, Usa), 30 giu. – Lo sprinter statunitense Tyson Gay ha corso i 100 metri piu’ veloci della storia in 9″68. L’impresa gli e’ valsa la qualificazione alle olimpiadi di Pechino, ma non il record mondiale perche’ il vento era di 4,1 metri al secondo, quindi oltre il limite dei 2 m/s consentiti.

Gia’ sabato Gay aveva dato dimostrazione della sua ottima condizione fisica migliorando con un 9″77 il primato Usa sui 100 metri e avvicinandosi a quel 9″72 mondiale del giamaicano Usain Bolt.

“Per me significa molto e sono felice che il mio fisico mi consenta di correre cosi’ veloce. Ora so che ce la posso fare e sono entusiasta”, ha detto Gay, “Saranno olimpiadi appassionanti e sono pronto al confronto con i miei diretti avversari”. Primo fra tutti proprio Bolt e poi il giamaicano Asafa Powell che durante le selezioni nazionali hanno fatto registrare 9″85 e 9″97. (AGI)

Red

TENNIS: WIMBLEDON, DOPO LE SORPRESE, DOMANI VIA AGLI OTTAVI

domenica, giugno 29th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Londra, 29 giu. – Il tradizionale riposo, il Middle Sunday, chiude una settimana ricca di sorprese a Wimbledon, soprattutto nel tabellone che genericamente segue i pronostici, cioe’ quello femminile. Dalla Sharapova alla Ivanovic, passando per la Safina e la Hantuchova: queste le grandi assenti tra le sedici tenniste rimaste e che da domani daranno il via agli ottavi. A fare la parte del leone le russe, ben sei: tra queste Alla Kudryavtseva, numero 154 e “giustiziera” della Sharapova. Non che la numero 3, Jelena Jankovic, se la passi meglio: ma quanto meno la serba, alle prese con problemi al ginocchio sinistro ma papabile nuova numero 1 al mondo (cosi’ come la Kuznetsova, se vincera’ il titolo), e’ riuscita ad arrivare alla seconda settimana.

Stanno bene le sorelle Williams: Venus, campionessa uscente, sfidera’ al quarto turno la Kleybanova. Come la sorella Serena (contro la Mattek) non ha ceduto neanche un set. Le Williams, vincitrici di sei delle ultime otto edizioni, potrebbero incrociarsi solo in finale.

Djokovic (e in parte Davydenko) escluso, diverso il discorso tra gli uomini. Federer e’, come al solito, il re dell’erba dell’All England Club; Nadal sta studiando il modo per interrompere il dominio ormai quinquennale dell’elvetico a Wimbledon e il modo in cui ha battuto ieri Kiefer lo fa sperare. Sara’ la “solita” finale? Murray, nuovo idolo del pubblico di Sua Maesta’, prova a fare da intruso, sono piaciuti Safin e Hewitt. Niente tennis italiano agli ottavi. Ma questo purtroppo non sorprende. (AGI)

Red

VOLLEY: WORLD GRAND PRIX DONNE, ITALIA VA KO CON LA CINA

domenica, giugno 29th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Hong Kong, 29 giu. – Italia battuta al tie-break nella terza e ultima partita del World Grand Prix. Le azzurre di Barbolini si sono dovute arrendere alla Cina termine di una bellissima partita che le azzurre avrebbero potuto chiudere nel quarto set dove hanno sprecato un match-ball. Questi i parziali: 18-25, 25-20, 21-25, 27-25, 15-7. L’Italia resta comunque in corsa per le finali del Grand Prix. (AGI)

Red

RUGBY: ITALIA, CT MALLET “BILANCIO POSITIVO DEL TOUR ESTIVO”

domenica, giugno 29th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Cordoba, 29 giu. – Con la vittoria conquistata ieri a Cordoba sull’Argentina, terza forza del ranking mondiale, il Ct della Nazionale Italiana Rugby Nick Mallett ha mandato in archivio la sua prima stagione sulla panchina azzurra.

Incontrando i media nella conferenza stampa post-gara, il commissario tecnico ha analizzato a tutto tondo la tournee estiva nell’Emisfero Sud (sconfitta 26-0 a Cape Town contro il Sudafrica e vittoria 12-13 ieri a Cordoba) e dell’intera stagione internazionale.Sul tour estivo e sui due test-match contro i campioni del mondo sudafricani e l’Argentina: “E’ un tour positivo, che per certi versi va al di la’ delle aspettative: abbiamo tenuto bene il campo contro la prima squadra al mondo e battuto a casa propria chi ci precede di otto posizioni nel ranking. E’ un risultato importante. L’obiettivo principale del tour in ogni caso era trovare uno-due atleti in grado di inserirsi stabilmente nel giro della Nazionale. In questo senso, penso che i risultati abbiano superato le aspettative”. Sugli esordienti provati nel corso del tour: “Luke McLean si e’ rivelato un’ottima apertura, la migliore su cui possiamo contare in questo momento per la Nazionale. Penso rappresenti la nota piu’ positiva del tour. Garcia, tra i centri, ha giocato due partite di ottimo livello e pu dare profondita’ alla rosa in questa posizione: e’ un grande placcatore, lo aveva fatto vedere gia’ contro il Sudafrica e si e’ confermato con i Pumas. Inoltre non avevo avuto modo di valutare Pratichetti nel 6 Nazioni e sono rimasto soddisfatto, e’ un’ala su cui lavorare per il futuro”. “Marcato – continua Mallett – e’ stato invece un’importante conferma ad estremo, confermandosi un’ottima scelta per la maglia numero quindici. Infine, e’ stato interessante vedere Canavosio mediano di mischia: deve migliorare in questo ruolo e per questo e’ importante che a Viadana, il suo nuovo club, trovi continuita’”. Sulle molte assenze in prima linea che hanno caratterizzato il tour estivo: “Siamo partiti senza tutti i piloni titolari nel 6 Nazioni tranne Nieto, abbiamo dovuto rinunciare per infortunio a Cittadini che avrei voluto vedere impegnato a livello internazionale, ma specialmente Rouyet, contro l’Argentina, e’ stato una sicurezza. Moreno, a trentacinque anni, e’ stato importantissimo per il gruppo con il suo atteggiamento, lo ringrazio di aver accettato di venire rinunciando a veder nascere la sua primogenita”. Sulla prima stagione alla guida della Nazionale Italiana Rugby: “Abbiamo battuto Scozia e Argentina, che ci precedono entrambe nel ranking internazionale, e se tralasciamo il secondo tempo contro il Galles nel 6 Nazioni siamo sempre stati competitivi. Sono molto fiero di quanto stiamo facendo. Sergio Parisse si e’ rivelato un grande capitano, sono orgoglioso di lui e sapevo che si sarebbe rivelato una scelta giusta”. (AGI)

Red

TENNIS: WIMBLEDON, JANKOVIC PASSA, MURRAY NUOVO IDOLO LOCALE

sabato, giugno 28th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Londra, 29 lug. – Jelena Jankovic ha provato a dar seguito alla clamorosa emorragia di favorite del tabellone femminile a Wimbledon. Ma alla fine, contro la canadese Caroline Wozniacki, numero 31 del tabellone, ha avuto la meglio, ed e’ al momento l’unica alternativa credibile a un altrimenti sempre piu’ probabile scontro tra sorelle (Williams) in finale. La serba, testa di serie numero 2, dopo un primo set perso nettamente per 6-2, ha saputo risalire la china, rimontando (6-4), e infine battendo la Wozniacki al terzo: 6-2 e un ottavo di finale abbordabile contro l’esperta (31 anni) thailandese Tamarine Tanasugarn, che approda per la settima volta al quarto turno del torneo londinese (senza peraltro averlo mai superato). Per il resto, Venus ha fatto il suo: 6-1, 7-5 alla spagnola Martinez Sanchez, un risultato che permette alla campionessa di Wimbledon in carica di affrontare la Kleybanova, russa capace di superare la Vaidisova al secondo turno e di fare il bis con la giapponese Sugiyama oggi (doppio 6-4). Tutto secondo pronostico per Elena Dementieva (7-6, 7-5 all’argentina Dulko), prosegue il sogno di Alla Kudryavtseva (fece fuori Maria Sharapova), mentre Nadia Petrova e Shahar Peer eliminano rispettivamente l’Azarenka e la Safina. Si riparte lunedi’, dopo il classico giorno di riposo con ottavi di finale quantomeno inattesi. Djokovic a parte, in campo maschile qualche sorpresa in meno e diverse certezze in piu’ con il favoritissimo Federer gia’ sicuro della seconda settimana (affrontera’ Hewitt): lo hanno accompagnato oggi il serbo Tipsarevic (7-6, 7-6, 6-3 a Tursunov), il tedesco Schuettler (6-2, 6-3, 6-4 a Garcia-Lopez) e il francese Clement (4-6, 6-3, 6-4, 6-4 a Melzer. Con loro Gasquet (vincitore del derby transalpino con Simon), semifinalista lo scorso anno sull’erba londinese) e Murray, l’uomo sul quale il pubblico dell’All England Club ripone propositi di rivalsa. Lo scozzese, 21 anni, e’ il nuovo idolo di Wimbledon: archiviata, senza i risultati sperati, l’era Henman, e’ su Murray che i britannici puntano per tornare a trionfare… in casa. L’ultima inglese a vincere i Championships e’ stata una donna, Virginia Wade nel 1977, l’anno del centenario, mentre per trovare nell’albo d’oro maschile un britannico bisogna tornare indietro fino al 1936, terzo successo consecutivo del mitico Fred Perry. Da allora piu’ nulla, Murray ha acceso qualche speranza anche se e’ difficile immaginare il ragazzo di Dunblane trionfare nell’immediato a Wimbledon. Sul campo centrale, pero’, Murray ha vinto, e bene, contro il tedesco Haas, al termine di una bella partita. E i sudditi di Sua Maesta’ tornano a sperare. (AGI)

Red/Rus

VOLLEY: WORLD LEAGUE, AZZURRI SCONFITTI IN GARA2 DAI RUSSI

sabato, giugno 28th, 2008

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 26 giu. – La Russia vendica la sconfitta di giovedi’ a Firenze, superando con l’identico 3-1 gli azzurri e torna al comando solitario della classifica della Pool B di World League. L’Italia ha giocato sul livello della gara di Firenze soltanto nei primi due parziali, poi e’ calata ed ha lasciato campo libero ad una Russia molto compatta che ha trovato nel veterano Tetyukhine e nel giovane Berazheko due martelli di gran qualita’ e in Poltavskyi l’attaccante determinante per imporsi nella seconda parte del match. I rimpianti italiani sono tutti per il primo set, che per qualita’ di gioco e rendimento avrebbero meritato di vincere d invece hanno lasciato alla Russia. In casa Italia, in una gara altalenante, sono piaciuti Cisolla e Mastrangelo nella prima parte di gara, Fei nel finale. Gli azzurri hanno lasciato nelle mani dei russi il primo parziale, dopo aver avuto due occasioni per chiuderlo in loro favore. Ottima Italia sino al 21-18, poi primo campanello d’allarme. La Russia rimonta ed arriva al pari. La squadr di Anastasi riprende a giocare ed arriva al 24-22, non sfrutta il contrattacco successivo e sul servizio russo ha con Fei una ghiotta occasione di chiudere, ma il diagonale dell’opposto finisce fuori di poco. Ed e’ ancora lui ha “sparare” fuori il successivo lungo linea. La squadra di alekno s’impone 26-24, per una invasione di Vermiglio, dopo una ricezione sbagliata. L’Italia ha la forza e la voglia di reagire subito. A parte un iniziale vantaggio russo sono gli azzurri che prendono in mano il gioco ed arrivano a condurre anche di sette lunghezze prima di chiudere 25-19. Il ritmo degli azzurri rallenta. La Russia si porta in vantaggio ed arriva sul 12-9. L’Italia opera una prima rimonta (12-12) poi opera il sorpasso ed allunga sino a 18-16. Nel frattempo Anastasi ha levato Martino sostituendolo con Paparoni. La Russia si riprende subito e finisce con l’imporsi 25-22. Anastasi riparte con Paparoni in campo, ma gli azzurri ormai sembra aver gia’ dato tutto. Sul 3-8 rientra Martino e subito Sala subentra a Birarelli. I benefici sono relativi, la Russia continua a sbagliare poco e s’impone 25-20. (AGI)

Red/Rus