Archivio per il February, 2006

MOTOGP: EDWARDS “VOGLIO VINCERE ALMENO DUE GP”

Monday, February 27th, 2006

(AGI/DS)- Milano, 27 feb. - Colin Edwards e’ molto carico in vista dell’inizio del Mondiale Motogp: “Voglio vincere almeno due Gran Premi”. Edwards avra’ la moto numero 5. “Mi piace molto - ha detto l’americano in occasione della presentazione del Camel Yamaha Team a Milano - Avevo il 5 gia’ a Laguna Seca l’anno scorso ma questa volta e’ piu’ bello”. Sul rapporto con Valentino Rossi: “Andiamo molto d’accordo. Ci siamo conosciuti nel 2000 a Suzuka. Abbiamo un atteggiamento simile, ci piace guidare ma anche divertirci. Abbiamo lavorato sodo. Siamo due che si completano: quando due piloti lavorano nella stessa direzione e’ facile migliorarsi. La M1 e’ pronta per vincere. Tutto funziona meglio rispetto alla moto dell’anno scorso. Non vedo l’ora di gareggiare”.(AGI)
Red/Fri/Tri

TORINO 2006: RAI, GRANDE SUCCESSO PER RAIDUE E RAISPORT

Monday, February 27th, 2006

(AGI) - Roma, 27 feb. - Un grande successo televisivo, sia in termini di audience sia in termini di interesse crescente del pubblico, ha sottolineato l’impegno Rai per le Olimpiadi Invernali di Torino 2006.
Lo sottolinea una nota dell’azienda che parla di ’successo che ha premiato Rai e Raidue, la rete olimpica che ha dedicato l’intero palinsesto a questo evento, e la testata Rai Sport che ha seguito in diretta tutte le gare olimpiche”.
“Grandi ascolti quindi, a partire dalla Cerimonia di apertura che e’ stata seguita da 10 milioni 720mila telespettatori e ha registrato il 37.25 di share, per terminare con la Cerimonia di chiusura (media 7 milioni 966mila telespettatori, share 29.03%) quando per seguire la premiazione di Giorgio Di Centa si sono sintonizzati su Raidue oltre 10 milioni di telespettatori con punte di share del 39 per cento”.
“Il pubblico televisivo - continua la nota Rai - si e’ appassionato alle gare di diverse specialita’. Un’ideale classifica vede tra i primi posti lo sci nordico con una media di share del 21.21%, pari a 2 milioni 198mila telespettatori, seguito dallo sci alpino con il 20.20% e 2 milioni 667mila telespettatori e dallo slittino con il 20.06 di share e 2 milioni 810mila telespettatori. L’ascolto ha premiato le esibizioni sul ghiaccio del pattinaggio artistico in prima serata, che ha ottenuto un ascolto medio di 4 milioni 806mila telespettatori con il 19.29%. In particolare il pattinaggio di figura con la danza programma libero coppie del 20 febbraio, e’ in assoluta la gara piu’ seguita con 7 milioni 129mila telespettatori. Una sorpresa di questa edizione dei Giochi e’ stato l’interesse per il curling, che ha ottenuto in media il 15.91 di share con 1 milione 948mila telespettatori. Un vero successo la gara Italia-Canada femminile di domenica 19 febbraio che ha registrato un ascolto di 4 milioni 168mila e il 22.17di share. Grande partecipazione del pubblico alle gare in cui l’Italia ha visto i suoi atleti salire sul podio: l’oro di Armin Zoeggeler nello slittino 5 milioni 553mila telespettatori (share 23.67%), lo sci di fondo con la vittoria della squadra azzurra maschile nella staffetta il 35.72 di share con 3 milioni 260mila telespettatori, mentre Enrico Fabris che ha ottenuto la medaglia d’oro nel pattinaggio velocita’ e’ stato seguito da 2 milioni 912mila telespettatori con il 24.92 di share. Grandi ascolti anche per il bronzo nel bob a due femminile con 3 milioni 76mila telespettatori (share 14.86%) e la staffetta femminile nello short track che e’ stata seguita da 3 milioni 91 mila telespettatori (share 10.50%). Infine, la grande prova di Giorgio Di Centa con la 101ª medaglia d’oro italiana nella storia delle Olimpiadi Invernali nella 50 km di fondo, ha catalizzato l’attenzione del 30.80% della platea televisiva con una media di 3 milioni 220mila telespettatori. Molto apprezzati - conclude la nota Rai - anche i Tg Sportivi che hanno ottenuto in media il 15.07 di share, e le rubriche sportive seguite dal 13.57 per cento”. (AGI)
Red

FORMULA 1: MOSLEY “NEL 2009 LASCIO, HO PRONTO L’EREDE”

Monday, February 27th, 2006

(AGI/DS) - Milano, 27 feb. - Max Mosley ha annunciato l’intenzione di ritirarsi al termine del mandato, nel 2009: ‘Ho gia’ pronto il mio sostituto’. Intervistato da Autosprint, il presidente della Fia ha assicurato: ‘Sono all’ultimo incarico e spero anche di poter diminuire il mio carico di lavoro non appena il sistema tornera’ piu’ stabile’. In un’intervista ’senza-veli’ il numero uno dell’Automobile internazionale, 65 anni da compiere a marzo, ha spiegato che comunque la struttura, da qui al 2009, dovra’ fronteggiare non pochi problemi, uno dei quali potrebbe essere la crisi petrolifera che potrebbe portare a un blocco dei Mondiali: ‘Quello di Formula 1 e’ a rischio di cancellazione se le cose peggioreranno. I politici potrebbero infatti avviare una crociata contro le corse’ per dimostrare all’opinione pubblica ‘che l’economia e’ piu’ importante’ delle corse’. Un’alternativa, comunque, c’e', ed e’ la strada dell’innovazione che il mondo dei motori ha sempre precorso. Secondo Mosley ci vorranno grandi sforzi nel campo della ‘ricerca tecnologica applicata ai carburanti per evitare la cancellazione’.(AGI)
Red/Tri

MOTOGP: ROSSI, “TENTEREMO DI NUOVO IL GRANDE SLAM”

Monday, February 27th, 2006

(AGI/DS) - Milano, 27 feb. - Valentino Rossi si racconta alla presentazione del team Camel Yamaha: ‘E’ come se avessi un bersaglio sulla schiena’. All’East End Studio di Milano, teatro della cerimonia, il centauro di Tavullia, campione del mondo in carica della MotoGP, anticipa aspettative e qualche timore in vista del Mondiale, al via il 26 marzo sul tracciato di Jerez de la Frontera in Spagna.
L’osservato speciale del campionato 2006, dopo aver descritto con l’abituale nota di colore (il bersaglio) l’enorme pressione cui e’ sottoposto, aggiunge: ‘Con la Yamaha proveremo nuovamente a fare il grande slam. E’ vero, non ho nuovi obiettivi da rincorrere, ma questo non rappresenta un problema’. Sulla moto: ‘E’ bellissima. Ci sono i numeri davanti, neri su sfondi bianco. Ricorda gli Anni Settanta’. Sull’altra guida del team, Colin Edwards: ‘Il feeling con il proprio compagno e’ importante. Noi siamo amici dal 2000, da quando abbiamo disputato insieme le Otto Ore di Suzuka’. Rossi proietta quindi lo sguardo verso il futuro: ‘Quelli che erano i miei avversari non partiranno tra i favoriti. Attenzione ai giovani, ma soprattutto a Marco Melandri. Sara’ una stagione difficile, anche perche’ io, rispetto a loro, sono ‘vecchio’. Speriamo comunque che il campionato ci assicuri belle gare e spettacolo, questo e’ l’importante. Ci sara’ da divertirsi’.
Sul team Yamaha che ha conosciuto con il corridore marchigiano una fase di rilancio: ‘Con loro ho trascorso gli anni piu’ belli della ma carriera, si tratta un grande ambiente. Hanno portato a termine un bel lavoro. Quest’anno infatti siamo veloci da subito, anche se nel 2005, pur se scattati in difficolta’, abbiamo vinto le prime otto gare’. (AGI)
Red

PARALIMPIADI: DAL 10 MARZO AL VIA I GIOCHI PARALLELI

Monday, February 27th, 2006

(AGI) - Roma, 27 feb. - Spenti i riflettori sui Giochi Invernali di Torino 2006, con la ‘colorata’ cerimonia conclusiva di ieri sera, la festa delle Olimpiadi non e’ finita del tutto. Dal 10 marzo la fiamma olimpica tornera’ di nuovo, anche se solo idealmente, ad ardere sulle montagne del Piemonte. Per 10 giorni Torino sara’ ancora Capitale di sport e di civilta’ con le Paralimpiadi, i Giochi per gli atleti diversamente abili, in scena fino al 19 marzo. Un appuntamento importante, come ha sottolineato il presidente del Coni, Gianni Petrucci: “Ora non spegnamo i riflettori, la Rai e le radio si impegnino a fondo per dare visibilita’ anche a un evento importante come questo. Speriamo - ha auspicato Petrucci - di conquistare qualche medaglia, la nostra Federazione e’ molto organizzata”. In gara, per altri 10 giorni di emozioni, saranno piu’ di 600 atleti in rappresentanza di 40 nazioni di cui due, Messico e Mongolia, presenti per la prima volta a questa manifestazione. Cinque le discipline in programma: sci alpino, fondo, biathlon, sledge hockey (giocato seduti su una piccola slitta) e il curling su carrozzina. I ‘paratleti’ saranno divisi in tre categorie: ‘blind’, gli atleti non vedenti, ’sitting’ quelli seduti in carozzina e ’standing’, quelli amputati. All’interno di ogni categoria vi saranno poi ulteriori suddivisioni che tengono conto della gravita’ dell’handicap. Quella di Torino sara’ la nona edizione delle Paralimpiadi invernali, organizzate per la prima volta nel 1976 a Ornskolsvik in Svezia. Gli atleti in pista rappresentano la punta di diamante di tutto il movimento sportivo paralimpico, nato grazie ad un neurochirurgo inglese sir Ludwig Guttman che, nel corso della seconda guerra mondiale, intui’ lo straordinario potere terapeutico dell’attivita’ sportiva. La squadra azzurra a Torino 2006 sara’ composta da 39 atleti (33 uomini e 6 donne), di cui 23 esordienti alle Paralimpiadi. La portabandiera italiana sara’ la giovanissima, solo 19 anni, Melania Corradini in gara nello sci alpino.(AGI)
Lib/Tri

OLIMPIADI 2016: PETRUCCI, “MILANO E ROMA VADANO AVANTI”

Monday, February 27th, 2006

(AGI/DS) - Milano, 27 feb. - Chiusi con successo i Giochi invernali di Torino, Gianni Petrucci guarda al 2016: “Milano e Roma restino in corsa”. Forte dei risultati che la manifestazione appena conclusasi ha portato e portera’ a tutto lo sport italiano, il presidente del Coni si rituffa nell’avventura olimpica’ preparando la candidatura tricolore per i Giochi estivi del 2016. “Con lo sport si cambiano le citta. Vogliamo l’Olimpiade del 2016, anche se quelli che credono di sapere tutto dicono che non abbiamo chance. Perche’ da qui a due anni (quando avverra’ la scelta) dobbiamo gia’ dire che si votera’ una Nazione non europea, dopo che Londra ospitera’ i Giochi del 2012? - si chiede Gianni Petrucci a Rai Radio Anch’io Sport - Se una candidatura e’ bella, perche’ non crederci? Gia’ il fatto di dire che una citta’ e’ candidata fa migliorare le cose. Madrid ha confermato la candidatura, come mi ha detto Jacques Rogge. E noi cosa siamo, piu’ fessi? Fanno bene Milano e Roma a concorrere, poi sara’ il Coni a portare avanti tutto il resto. Abbiamo le stesse possibilita’ di Madrid, magari non altissime ma serie, come loro. La competizione tra le due citta’ e’ bella, sara’ poi il Coni a scegliere. E’ bello anche che due citta’ cosi’ importanti amino organizzare eventi di questo tipo ed essere al centro dell’attenzione”.(AGI)
Red

TORINO 2006: GIOCHI: PETRUCCI E I ‘CASI’ DELLE OLIMPIADI

Monday, February 27th, 2006

(AGI/DS) Milano, 27 feb. - Il caso-Austria nel doping, quello della Dal Balcon nello snowboard. Gianni Petrucci commenta le vicende olimpiche. Il presidente del Coni ha tracciato un bilancio piu’ che soddisfacente dei Giochi di Torino 2006, in cui non sono mancati casi poco ‘chiari’ e non certo piacevoli. In casa Azzurra ha tenuto banco quello di Isabella Dal Balcon, prima esclusa dalle convocazioni del dt Peri, poi riammessa da una sentenza del Tas (Tribunale arbitrale dello sport). ‘I commissari tecnici conteranno ancora nelle scelte delle squadre nazionali, non e’ tutto in mano ai giudici. Quella della Dal Balcon e’ stata sentenza del Tas, da accettare per forza - afferma Gianni Petrucci a Rai Radio Anch’io Sport - Ma non e’ possibile che ci siano sistemi cosi’ ristretti per convocazioni: faremo presente agli organi competenti che non si possono fare delle scelte solo per meritocrazia, bisogna considerare anche il carattere e la personalita’ di un atleta, che puo’ creare piu’ gruppo. Le scelte del tecnico sono soggettive, non possono essere codificate in una sentenza. Non puo’ finire qui’. Sul fronte del doping, ha fatto molto rumore il controllo a sorpresa condotto dalle Forze dell’Ordine nelle abitazioni private della squadra norvegese di biathlon, che ha portato all’incriminazione dell’ex tecnico Walter Mayer. I controlli sui campioni di urine prelevati a 10 atleti sono pero’ risultati negativi. “La Federazione austriaca ci e’ rimasta male? Si sapeva in anticipo che le leggi italiane erano cosi’. Sia i magistrati che le Forze dell’ordine che il Cio si sono comportati bene. Anche il Ministero della Salute ha collaborato bene con la Wada (l’Agenzia mondiale antidoping). Non ci sono stati sconquassi”.(AGI)
-

(RIEPILOGO) TORINO 2006: CHIUSURA TOCCANTE E ALLEGRA

Sunday, February 26th, 2006

(AGI/DS) - Torino, 26 feb. - Jacques Rogge, presidente del Cio, ha preso la parola dopo Castellani. “Amici italiani buonasera, complimenti e grazie! - dice Rogge -. Avete vinto con successo la sfida. Sono stati dei Giochi veramente magnifici. Ringraziamo di tutto cuore l’Italia, il Piemonte e Torino. Cari volontari, siete stati ai pari degli addetti i campioni di questi Giochi”. Poi ha proseguito: “Il vostro sorriso ha conquistato tutti noi. Siete stati splendidi. Questi Giochi si sono svolti nello spirito della tregua olimpica, di pace e armnonia che noi tutti desideriamo. Tra due settimane Torino ospitera’ le Paralimpiadi. Diamo loro lo stesso entusiasmo. Cari atleti ci avete sedotti con il vostro spirito di lealta’ e fratellanza. Fate correre il sogno olimpico. Donate allo sport quanto lo sport vi ha dato. Sappiate che il Cio lotta constantemente contro il doping. Continueremo a lottare per uno sport pulito e sano. Invito tutti i giovani del mondo a venire a Vancouver per le prossime Olimpiadi. Grazie Italia, grazie Torino”.
Poi ha fatto il suo ingresso Sam Sullivan, Sindaco di Vancouver che ha ricevuto la bandiera olimpica dal Sindaco di Torino, Sergio Chiamparino. La citta’ canadese ospitera’ i prossimi Giochi olimpici invernali del 2010. E’ stato cosi’ il turno di Avril Lavigne, cantante canadese testimonial di Vancouver 2010.
La bandiera olimpica e’ stata ammainata e passata nelle mani di otto grandi campioni dello sport italiano che l’hanno portata fuori dallo stadio. Si tratta di Gustav Thoeni, Mario Cipollini, Novella Calligaris, Nino Benvenuti, Klaus Di Biasi, Sara Simeoni, Livio Berruti, Gianluca Vialli. Poi un omaggio a Paganini fino ad arrivare a Andrea Bocelli che ha scaldato il cuore di tutti con la sua voce. Molte ragazze vestite da sposa hanno formato una colomba sul palco, poi l’ingresso di Isolde Kostner ha sancito la fine dei Giochi con lo spegnimento del calderone olimpico.
Finale molto ‘musicale’ con Elisa prima e Ricky Martin poi. I fuochi d’artifico hanno fatto da cornice a questa festa chiusa con un dj e gli atleti scatenati sul palco a ballare insieme a comparse e clown. Nel finale e’ entra Daniele Finzi Pasca, ideatore e regista della Cerionia di Chiusura che ha voluto partecipare con una piccola parte finale. Ora si comincia ad aspettare: il prossimo appuntamento dista quattro anni. E si chiama Vancouver 2010. (AGI)
Red

BASKET: SERIE A, VITTORIE PER SIENA E TREVISO

Sunday, February 26th, 2006

(AGI/DS) - Siena, 26 feb. - Solo quattro partite nella domenica della Serie A: vincono Siena, Treviso, Milano e Virtus Bologna. Importante, e larghissimo, il successo della Montepaschi Siena ai danni della Viola Reggio Calabria fanalino di coda. Il ‘testacoda’ si risolve con un massacro nel punteggio: 103-60, con i toscani gia’ a +27 a meta’ partita. 23 punti per Thomas e 22 per Boisa in casa Siena, mentre fra i calabresi il topscorer e’ Yarbrough a quota 12. I toscani sono in vetta alla classifica assieme alla Climamio Bologna e alla Benetton Treviso, che pure si e’ imposta tra le mura amiche per 88-86 sulla Navigo.it Termano: incontro chiuso per tre quarti e poi riaperto nel finale dagli ospiti, trascinati da Holland (31 punti con 13/15 da 2) e Crispin (26). Tra i veneti bene Goree, a quota 23 punti (11/16 da 2). Vittorie anche per l’Armani Jeans Milano, che espugna il parquet del Roseto Basket per 83-76 (Shumpert a quota 21), e per la VidiVici Bologna, che ha regolato in casa l’Air Avellino 92-79 con 21 punti per Blutenthal, ma da segnalare sono i 39 punti di Young per gli ospiti con 6/12 da 2, 5/10 da 3 12/13 ai liberi. (AGI)
Red/Ila

TORINO 2006: ROGGE, GRAZIE ITALIA, PIEMONTE, TORINO

Sunday, February 26th, 2006

(AGI) - Torino, 26 feb. - “Grazie di cuore all’Italia, al Piemonte e a Torino”. Cosi’ il presidente del Comitato olimpico internazionale, Jacques Rogge, ha iniziato l’intervento durante la cerimonia di chiusura dei XX Giochi olimpici Torino 2006. Rogge, rivolgendosi poi ai volontari ha sottolineato: “Voi, come gli atleti, siete stati i campioni di questi Giochi. La vostra generosita’ e i vostri sorrisi hanno vinto su tutto. Siete stati fantastici”.
Il presidente del Cio ha poi rimarcato che i Giochi hanno mantenuto “lo spirito della tregua olimpica, della pace e dell’armonia che tutti desideriamo”. E ancora: “Fra due settimane a Torino ci saranno le paralimpiadi. Lasciateci incoraggiare questi grandi atleti”.
Poi, rivolto agli atleti, ha osservato: “Abbiamo tutti ammirato le vostre ottime prestazioni. Ci avete sedotti con il vostro modo di fare. Mantenete alta la fiamma olimpica nei vostri cuori. Diffondete il sogno olimpico nei vostri Paesi perche’ voi siete gli ambasciatori della verita’ e dei grandi valori. Ridate allo sport cio’ che lo sport ha dato a voi”.
Rogge non ha mancato di ricordare la lotta contro il doping. “Prometto che la porteremo avanti per ottenere uno sport pulito e salutare”. Infine il numero uno del Cio ha dichiarato chiusi i XX Giochi olimpici invernali dando appuntamento ai prossimi Giochi in programma fra quattro anni a Vancouver. (AGI)
Vai/Zer

VOLLEY: A1/M, TREVISO VINCE A LATINA E SI RIPORTA IN TESTA

Sunday, February 26th, 2006

(AGI/DS) - Milano, 26 feb. - Treviso si impone per 3-1 sul campo di Latina e riconquista la vetta della classifica, presa momentaneamente da Macerata. Nell’anticipo infatti gli uomini di De Giorgi si sono imposti per 3-0 su Modena. Al PalaBianchini Treviso, che ha potuto contare anche su Fei e Vermiglio, si e’ aggiudicata il match con i parziali di 27-25, 25-16, 22-25 e 25-20, mantenendo cosi’ il punto di vantaggio su Macerata. Piacenza ferma la corsa salvezza di Cagliari (3-1); Vibo Valentia supera in casa per 3-1 Santa Croce e aggancia a quota 33 punti in classifica Trento, che sara’ impegnata nel posticipo di lunedi’ sul campo di Cuneo. Successo al tie-break di Verona a Montichiari. Nell’altro anticipo Perugia-Padova 3-1. (AGI)
Red/Ila

TORINO 2006: OTTO EX CAMPIONI PER BANDIERA OLIMPICA

Sunday, February 26th, 2006

(AGI) - Torino, 26 feb. - Otto personaggi che hanno segnato un pezzo di storia sportiva. Sono gli ex atleti (sei uomini e due donne) che alla cerimonia di chiusura dei XX Giochi Olimpici invernali di Torino 2006 hanno avuto il compito di portare la bandiera olimpica. Si tratta dell’ex pugile Nino Benvenuti, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Roma del 1960; Klaus Di Biasi, tre medaglie olimpiche (argento 1964, oro 1968 e 1972), tuffatore; il calciatore Gianluca Vialli; la campionessa di atletica, Sara Simeoni, medaglia d’oro nel 1980 a Mosca; l’ex re dello sci alpino, Gustavo Thoeni, due medaglie, oro e argento, alle olimpiadi 1972 di Sapporo; la nuotatrice Novella Calligaris, prima italiana a conquistare il podio olimpico nel nuoto (un argento e due bronzi nel 1972); il corridore torinese Livio Berruti, medaglia d’oro nei 200 metri alle Olimpiadi 1960 di Roma; il ciclista Mario Cipollini, “stella” italiana di questo inizio millennio. (AGI)
Vai

TENNIS FEMMINILE: PENNETTA SCONFITTA IN FINALE COPA BOGOTA’

Sunday, February 26th, 2006

(AGI/REUTERS) - Bogota’, 24 feb. - Flavia Pennetta non e’ riuscita ad aggiudicarsi la Copa Bogota’ di tennis: l’italiana, testa di serie n. 1 del torneo, si e’ battuta bene, ma ha perso oggi la finale contro la spagnola Lourdes Dominguez (testa di serie n. 6), con il punteggio di 7-6 (7-3), 6-4. (AGI)
Gus