BASKET: EUROPEI, ITALIA SCONFITTA DALLA LITUANIA 79 A 74

(AGI/ITALPRESS) - Madrid, 8 set. - Il cammino degli azzurri si fa sempre piu’ conplicato perche’ adesso e’ vietato sbagliare: o si vince con Turchia e Germania, o si va fuori e niente Olimpiadi. Contro la Lituania (passata ai quarti matematicamente) gli azzurri hanno lottato con generosita’, hanno messo in atto molte delle cose che avevano pensato e provato (ad esempio il raddoppio su Jasikevicius, molto limitato), pero’ e’ mancata la dinamicita’ sotto canestro con gli avversari che ne hanno presi 44 contro i 29 dell’Italia. Un’enormita’ a questi livelli e sopratttutto contro una squadra che, limitato il miglior giocatore, ha trovato in Rimantas Kaukenas il terminale offensivo (22 punti, top scorer), quello che quando c’e’ stato da metterla dentro lo ha fatto senza timore. Lo stesso, invece, che, insieme all’assenza di lucidita’, ha accompagnato l’Italia negli ultimi 3′ quando giocava punto a punto ma e’ stata assalita dalla paura di poter addirittura vincere. E cosi’, con il punteggio in bilico, gli azzurri hanno sbagliato alcuni attacchi, riuscendo a segnare colo con Belinelli. Due liberi di Siskauskas a 40″ dalla fine (poco prima aveva fatto 0/2) hanno fissato il punteggio finale. La gara inizia sotto i buoni auspici: l’Italia fa subito vedere che c’e’ ed ha tutta l’intenzione di stare in partita. Anche se dopo un avvio discreto, deve subire la maggiore fisicita’ sotto canestro della Lituania che in 5′ piazza un maxi parziale di 13-0 e si porta sul +1 (4-15) in 5′. Una mazzata che avrebbe piegato tanti, ma non l’Italia che mette sul parquet grinta e cuore da vendere, rintuzza con un mini break di 5-0 e cerca di non perdere contatto dalla Slovenia. Basile e’ in giornata e spinge la squadra al 13-21 con cui si chiude il primo quarto. Recalcati cerca di far ruotare i giocatori, prova varie soluzioni, finalmente Marconato decide di giocare come sa ed i palloni che riceve diventano oro nelle sue mani. Segna da sotto con continuita’, da’ ossigeno alla squadra fin quando entra in scena Andrea Bargnani, fino a quel momento generoso ma poco fortunato. Il giocatore di Toronto segna punti importanti che consentono agli azzurri di riportarsi sotto, poi nel finale sono due liberi di Di Bella ed una palla recuperata da Soragna su errore di Kaukenas a 2″ dalla fine a segnare il 5-0 del -1 azzurro (39-40) con cui si va all’intervallo. La gara e’ tutta da giocare e la conferma definitiva la si ha nel terzo quarto quando l’Italia piano piano riesce a portarsi in vantaggio a piu’ riprese fino a raggiungere il +2 (56-54) con una tripla di Bargnani a 3′07″ dalla fine del tempo. Ma Kaukenas sembra indiavolato e segna a ripetizione con una media impressionante (alla fine 7/8 da due e 2/2 da tre) e fa gli straordinari visto che l’Italia raddoppia con successo su Jasikevicius. La gara e’ punto a punto (61-62 al 30′), nell’ultimo periodo Recalcati si gioca la carte Belinelli -fino a quel momento in ombra- e il giocatore dei Warriors lo ripaga con 9 punti che tengono la partita vivissima. Nel finale, pero’, alcuni errori in attacco hanno permesso alla Lituania di staccare sicuramente il pass per i quarti mentre all’Italia rimane tanto amaro in bocca. (AGI)
Red