RUGBY: MONDIALI, ITALIA PRONTA ALL’AVVENTURA DI FRANCIA 2007

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 3 set. - L’avventura iridata della Nazionale italiana di rugby ha preso il via questa mattina a Roma, al Salone d’Onore del Coni, dove il numero uno dello sport italiano Gianni Petrucci ed il Presidente della Fir Giancarlo Dondi hanno presentato i membri della spedizione azzurra che, guidati dal ct Pierre Berbizier, mercoledi’ voleranno in Francia per la sesta edizione della Rugby World Cup (7 settembre-20 ottobre, incontri in diretta su Sky).
“I Mondiali di rugby - ha aperto la conferenza stampa il presidente del Coni Petrucci - sono la terza manifestazione al mondo per importanza, dopo le Olimpiadi ed i Mondiali di atletica, e la Fir e’ una grande federazione, di cui lo sport italiano va particolarmente fiero. Ringrazio Giancarlo Dondi per quanto ha fatto per questo sport, facendo entrare l’Italia nel Sei Nazioni ed ottenendo, soprattutto nelle ultime stagioni, dei notevoli successi: parlo delle vittorie della Nazionale, certo, ma non dimentichiamo il considerevole incremento di tesserati che la Fir ha registrato nell’ultimo periodo. Grazie anche al ct Pierre Berbizier, per quanto ha fatto e ancora fara’ sulla panchina della Nazionale, ed a Sky Sport per il lavoro di promozione svolto”.
Il presidente Dondi si e’ detto “commosso per le parole di Petrucci, un uomo di sport ed uno dei nostri piu’ grandi sostenitori, sempre presente alle nostre partite al Flaminio. Sono sicuro che le sue parole avranno fatto breccia nel cuore dei giocatori. E’ il sesto mondiale, l’Italia e’ sempre stata presente con merito alle precedenti edizioni e, di recente, ha compiuto grossi passi avanti: i successi invernali nel Sei Nazioni ci hanno portato nella top-ten del rugby mondiale, e sabato pomeriggio esordiremo contro la Nuova Zelanda a Marsiglia. Sfidiamo subito una delle favorite alla vittoria finale, e qualunque sia il risultato, non dovremo farci demoralizzare. Avremo l’occasione di dimostrare la nostra crescita contro una grande squadra, e dovremo affrontare tutte le partite (dopo gli All Blacks, l’Italia sfidera’ la Romania a Marsiglia il 12 settembre, il Portogallo a Parigi il 19 e la Scozia a St. Etienne il 29, ndr) con umilta’, dimenticando la vittoria di febbraio contro la Scozia. Alla squadra - ha concluso Dondi - tengo particolarmente a dire che noi saremo al loro fianco in ogni frangente, come nello spirito del nostro sport. Per quanto riguarda il prossimo 6 Nazioni so che i lavori al Flaminio inizieranno domani, per finire il 5 febbraio, quindi in tempo per l’inizio del Torneo 2008. Voglio ringraziare il Presidente Petrucci, il Sindaco di Roma Veltroni e quanti si sono adoperati per garantire le migliorie del Flaminio”.

Red/Zec (Segue)