ATLETICA: AI MONDIALI GAY RE DEI 100, PECCATO PER LA CUSMA

(AGI/ITALPRESS) - Osaka, 26 ago. - Elisa Cusma ha chiuso in semifinale la sua avventura iridata ma il suo Mondiale puo’ essere considerato quasi esaltante. Quel quasi va identificato nei 7 centesimi di secondo che le sono mancati per agguantare la qualificazione alla finale degli 800, sicuramente la gara di maggior spessore tecnico finora ad Osaka, visto che l’atleta azzurra resta fuori pur avendo corso in 1′58″63, suo nuovo primato personale al termine di una volata spasmodica. La favorita per il titolo rimane la keniana Jepkosgei che ha corso in 1′56″17, nuova miglior prestazione mondiale 2007. Male invece Carabelli, solo settimo in semifinale nei 400hs con 50″35.
Domani terza giornata di gare: nella nottata italiana impegnati Andrea Bettinelli e Nicola Ciotti nelle qualificazioni dell’alto (misura limite un arduo 2,29), nel pomeriggio semifinali nei 1500 per Christian Obrist (gareggera’ nella seconda alle 13,50) e per Daniela Reina nei 400 (in gara nella seconda alle 14,18). Cinque i titoli che si assegneranno: 100 e 3000 siepi femminili; 10000, triplo e martello maschili. (AGI)
Red/Fri