F.1: GP TURCHIA, FELIPE MASSA CONCEDE IL BIS AD ISTANBUL

(AGI/ITALPRESS) - Istanbul, 26 ago. - Felipe Massa non sta piu’ nella pelle all’arrivo del Gran Premio di Turchia. Cosi’ come nella passata stagione, infatti, il piccolo pilota di San Paolo e’ partito dalla pole position e non ha mai lasciato la testa della corsa fino all’abbassarsi della bandiera a scacchi. A incorniciare la giornata della Scuderia Ferrari anche il secondo posto di Kimi Raikkonen, staccato di un paio di secondi dal compagno di squadra, che ha pagato la scelta di avere meno benzina a bordo al via e si deve contentare di aver strappato alla penultima tornata il miglior giro al brasiliano. Un risultato che rida’ fiducia agli uomini di Montezemolo che, dopo la mezza debacle di Budapest, aveva chiesto massimo impegno da parte di tutti in pista e sei doppiette nelle ultime sei gare in calendario. La prima, gli uomini in rosso, l’hanno messa a segno, ma la strada e’ ancora in salita, anche se la scelta di gomme morbide sin dalla partenza ha dato un notevole vantaggio alle Ferrari, con Raikkonen che ha bruciato Hamilton, mentre dietro Alonso si vedeva sorpassato anche dalle due BMW di Heidfeld e Kubica.
Gara in salita per le McLaren-Mercedes, quindi, in ritardo come “pacchetto” su questa pista dove i sorpassi sono una rarita’, tanto che la classifica finale e’ stata disegnata dalle soste ai box. Alonso ha recuperato la quarta piazza al pit stop e, poi, la sfortuna di Hamilton, che a 15 giri dal termine ha visto svanire i suoi sogni di marcare l’ennesimo podio, a causa di una foratura all’anteriore. Il rientro ai box per sostituirla gli e’ costato due posizioni, ha chiuso infatti quinto dietro anche ad Heidfeld. Nei punti anche la Renault di Heikki Kovalainen, la Williams Toyota di Nico Rosberg e l’altra BMW Sauber del polacco Robert Kubica. Fuori dai punti Giancarlo Fisichella, nono, che in partenza si era toccato con la Toyota di Trulli. Jarno e’ finito sedicesimo, ad un giro, dietro anche all’altro abruzzese Vitantonio Liuzzi con la Toro Rosso. Tornando alla gara delle Ferrari, oggi vittoria 198 per le monoposto del Cavallino con la 74.a doppietta della propria storia, la seconda stagionale. Con il successo di oggi, poi, Felipe Massa raggiunge a quota tre i colleghi Hamilton, Alonso e Raikkonen che si sono equamente divise le dodici gare. Nelle due graduatorie, Hamiltom resta leader con 85 punti, cinque in piu’ di Alonso. Massa ha scavalcato Raikkonen ed ora e’ terzo con 69 punti, un punto piu’ indietro Raikkonen. Nel Mondiale Costruttori, McLaren a quota 148, la Ferrari e’ a 137, ma ci sono i 15 punti non assegnati al team di Woking a Budapest, per il quale Dennis ha fatto ricorso. (AGI)
Red/Fri