ATLETICA: MONDIALI, ANDREW HOWE FORSE IN PEDANA DOMANI

(AGI/ITALPRESS) - Osaka, 22 ago. - Il Comitato Organizzatore dei Mondiali ha deciso di concedere ai tanti atleti gia’ arrivati ad Osaka di testare la nuova pista dello stadio Nagai prima del via delle gare iridate. Domani, con inizio alle ore 13 locali (le 6 del mattino italiane) prendera’ il via una competizione speciale, con programma ridotto: 100, 400, 3000, lungo e peso (tre sole prove nei concorsi). Occasione ghiotta soprattutto per i lunghisti: tanto che Andrew Howe sta meditando sulla possibilita’ di presentarsi in pedana, anche soltanto per provare delle rincorse (e’ iscritto, decidera’ definitivamente domani, anche se le possibili condizioni avverse del tempo lo stanno orientando verso il no).
Oggi, seduta di allenamento per tutti gli azzurri, con lo sprint impegnato nei cambi di staffetta (per tutti tranne Collio e La Mastra, che sabato saranno in gara nei 100 metri), e i marciatori in azione presso il parco di Hattori; qualche problema pero’ per questi ultimi, che hanno trovato un percorso fin troppo ondulato per l’azione tecnica. Da domani, nuovo trasferimento: si va a Nagai, per affrontare le strade che faranno da scenario al Mondiale, con il loop di 2 chilometri che si snoda nei pressi dell’imponente stadio. Domani mattina (la tarda nottata italiana) sara’ il momento dell’arrivo dell’ultimo gruppo di azzurri. I dieci partiti oggi pomeriggio da Malpensa troveranno i compagni di squadra e ricomporranno cosi’ il “corpo” di 36 atleti selezionati per il Mondiale.
Il presidente Arese li incontrera’ subito, e poi, venerdi’ pomeriggio (alle ore 14), il giorno precedente l’inizio delle gare, pronuncera’ il consueto discorso pre-evento alla squadra e alle 19 locali terra’ una conferenza stampa con il dt Nicola Silvaggi e gli atleti a “Casa Italia Atletica”.
Saranno nove gli italiani che affronteranno la prima giornata di gare del Mondiale (25 agosto-2 settembre), esattamente un quarto dei selezionati. Migidio Bourifa nella maratona (via alla mezzanotte italiana), Elena Romagnolo nelle batterie dei 3000 siepi, Chrstian Obrist in quelle dei 1500 metri, Simone Collio e Rosario La Mastra nel primo turno dei 100 piani; nel pomeriggio giapponese (la tarda mattinata italiana), spazio a Elisa Cusma negli 800 metri, Nicola Vizzoni nel martello, Fabrizio Donato nel triplo e Gianni Carabelli nei 400 ostacoli. (AGI)
Red/Fri