BASKET: CASO BENETTON, LEGALE REGGIANA SCRIVE ALLA MELANDRI

(AGI/ITALPRESS) - Reggio Emilia, 4 ago. - Nuovo capitolo nell’intricata vicenda Lorbek. Nel giorno in cui il “Corriere della Sera” pubblica alcune intercettazioni dei Nas di Bologna - che evidenziano pressioni sulla Camera di Conciliazione del Coni presieduta da Pier Luigi Ronzani, chiamata a emettere l’ultimo verdetto sul caso del tesseramento irregolare dello sloveno da parte della Benetton Treviso - Alfredo Bassi, legale della Pallacanestro Reggiana, ha scritto al ministro dello Sport, Giovanna Melandri. Bassi - che ha inviato la missiva anche al Garante del codice di comportamento sportivo, Annibale Marini, e alla presidenza del Consiglio dei ministri - ha evidenziato che “il sistema della giustizia sportiva, in particolare in ambito CONI, e’ soggetto a forti pressioni e condizionamenti, che determinano sconcerto, ma soprattutto perdita di fiducia nell’imparzialita’ e nell’indipendenza dell’esercizio dell’attivita’ ‘giurisdizionale’”. Il legale della societa’ emiliana, che in virtu’ di quel tesseramento ritiene viziato il campionato 2006/2007 che l’ha vista retrocedere in Legadue, rivela: “Nel corso delle numerose iniziative ad oggi assunte davanti agli organi della giustizia sportiva (Commissione d’appello, Lega Basket, Corte Federale, Camera conciliazione e Arbitrato) ho tratto sensazioni molto negative in ordine al corretto funzionamento dell’apparato giustiziale”. Bassi - che ha lamentato “difficolta’, ritardi, omissioni e finanche, da ultimo, palesi violazioni regolamentari” - si e’ poi rivolto con un appello al ministro dello Sport e allo stesso Garante affinche’ intervengano “per l’adozione delle piu’ idonee e stringenti misure di controllo e vigilanza”. (AGI)
Red