GEORGE CLOONEY: GLI ITALIANI MI HANNO INSEGNATO COME SI VIVE

(AGI) - Milano, 24 lug. - George Clooney, a 46 anni, racconta a Grazia come e’ cambiata la sua vita da quando trascorre le vacanze estive a Laglio, sul lago di Como. Di Villa Oleandra, 25 stanze e 10 milioni di dollari, dice: “Ho trovato la mia villa durante un giro in moto sulle Alpi. Era la casa piu’ bella che avessi mai visto”. Durante le vacanze l’attore si concede gite in barca e passeggiate in bicicletta. “I miei amici vengono spesso a trovarmi in Italia. Giochiamo a basket, beviamo birra e guardiamo lo sport. Per molto tempo ho pensato che il lavoro fosse l’unica cosa che contava, ora le mie priorita’ stanno cambiando: ho bisogno di piu’ spazio da dedicare agli amici e alla famiglia”. Il protagonista di film di successo come “Confessioni di una mente pericolosa” e la trilogia di “Ocean”, continua a raccontare: “Qui il momento del pranzo e’ un rito che deve essere celebrato senza fretta e pensando a quello che si mangia. Vedo persone andare a casa per pranzo con il pane e i fiori: e’ fantastico”. E aggiunge: “In Italia si vive meglio che in America: per noi c’e’ solo lavoro, lavoro e ancora lavoro. Gli italiani mi hanno insegnato a fermarmi e a celebrare la vita”. Clooney e’ estremamente disponibile, non e’ un attore ossessionato dalla celebrita’: “Quando cominci a pensare a te stesso come un divo - dice - smetti di essere un attore. Ti concentri nel proteggere l’immagine che ti sei creato e finisci per diventare soltanto la caricatura di te stesso. Cosi’, prima o poi i tuoi fan ti abbandoneranno”. “Quanto a stile di vita - confida a Grazia - e’ la cosa migliore che abbia fatto da quando sono nato: si deve sparire ogni tanto. E questo e’ un luogo incredibilmente romantico”. Studia l’italiano dal 2002 e confessa: “Con il mio italiano non mi sento affatto sicuro. Ma dopo aver bevuto due bicchieri di vino, riesco a sostenere una conversazione o quasi. Per comunicare si puo’ anche puntare molto sui gesti…”. (AGI)
Red/Est