PISTORIUS: PEDRINI, IAAF APRA AI DIVERSAMENTE ABILI

(AGI) - Roma, 16 lug - “I regolamenti vanno certamente rispettati e le ricerche che la Federazione Internazionale di Atletica Leggera sta compiendo per comprendere meglio la portata dell’ausilio di protesi nell’attivita’ sportiva sono fondamentali e certamente daranno un’impulso positivo alla ricerca, ma e’ necessario anche guardare con una nuova luce la voglia di essere ‘atleti a tutti gli effetti’ dei diversamente abili poiche’ entrano in gioco fattori sociali ed emotivi che possono significare molto sul piano morale per queste persone”. Lo dichiara l’On. Egidio Pedrini che si schiera apertamente a favore dell’atleta sudafricano Oscar Pistorius, arrivato secondo nei 400 metri al Golden Gala di Roma con due protesi al titanio al posto dei piedi. “Ho inviato gia’ ieri sera al termine del Tg Uno delle 20:00 una e-mai al Direttore Gianni Riotta per dare la mia adesione all’appello promosso in favore della partecipazione alle prossime Olimpiadi di Pistorius, perche’ credo che vada premiata la volonta’ e la tenacia di questo atleta a sentirsi e a vivere lo sport al pari degli altri. La Federazione Internazionale di Atletica Leggera - prosegue Pedrini - sapra’ certo valutare la portata sociale della partecipazione di questo atleta diversamente abile, ma normale grazie alla tecnologia, alle prossime Olimpiadi, sia per l’impatto che questo avrebbe nel dare pari dignita’ alle attivita’ sportive dei diversamente abili, sia perche’ facciamo tanto per far sentire queste persone uguali agli altri e parte attiva della nostra societa’, che e’ giunto il momento di guardare oltre e fare un passo concreto in avanti sul piano della pari dignita’ tra normodotati e diversamente abili, anche nello sport”.(AGI)
Red/Mal