MOTOGP: GP OLANDA, STONER “PRESTO PER PENSARE AL TITOLO”

(AGI/ITALPRESS) - Assen, 26 giu. - Dopo la brillante vittoria di Casey Stoner (la quinta stagionale) nel GP di Donington di domenica scorsa, il team Ducati punta a ripetersi in Olanda, ad Assen, la quarta gara nel giro di cinque settimane, un appuntamento che segnera’ la meta’ esatta della stagione 2007. Anche Loris Capirossi, e non solo Stoner, arriva ad Assen con spirito ottimista dopo la bella, anche se sfortunata, gara inglese. Con otto gare disputate e dieci ancora davanti, la Ducati guida la classifica Costruttori per la soddisfazione di Livio Suppo, direttore del progetto Ducati MotoGP. “Ci prepariamo alla prossima gara con ottimismo, e con l’obiettivo di essere competitivi, qualsiasi condizioni meteo andremo a trovare, visto che Assen e’ piuttosto famosa per il tempo variabile, come Donington d’altronde - ha dichiarato Suppo -. Casey sta guidando in maniera splendida e la sua vittoria in Inghilterra e’ stata fantastica. Anche Loris ha guidato forte a Donington e anche se alla fine e’ caduto, si e’ visto che sta trovando il feeling con la moto e che la sua fiducia sta crescendo. Assen e’ la gara di meta’ stagione ma noi non pensiamo ancora al campionato, preferiamo lavorare gara per gara, cercando sempre di ottenere il massimo da ogni fine settimana”. In testa con 165 punti e 26 lunghezze di vantaggio su Valentino Rossi, Casey Stoner si gode il momento d’oro, ma dimostra di essere gia’ con la testa ad Assen. “A Donington abbiamo provato di nuovo che Ducati non vuole dire solo “top speed”. La moto e le gomme stanno lavorando bene e ci permettono di essere competitivi in pratica su tutte le piste - spiega il giovane australiano -. Mi sto davvero divertendo a guidare e voglio continuare a lavorare cosi’ perche’, se si comincia a pensare al mondiale, c’e’ il rischio di rimanere troppo coinvolto. Sono sicuro che quest’anno vedremo delle belle gare ad Assen ma la nuova pista per me e’ una delusione perche’ il vecchio tracciato era qualcosa di incredibile, davvero bellissimo per noi piloti. Hanno rovinato quella che probabilmente era la mia curva preferita al mondo (la De Bult), una grandiosa curva a sinistra in pendenza. L’hanno appiattita e praticamente distrutta. In ogni caso l’anno scorso li’ sono stato abbastanza competitivo: mi pare che alla prima curva fossi quattordicesimo o quindicesimo e sono arrivato a lottare per il podio anche se alla fine ho chiuso quarto. Una bella gara insomma. Penso che quest’anno possiamo aspettarci di fare un po’ meglio. Comunque la nuova pista confonde un po’ le idee per quanto riguarda il set up, perche’ ha curve piatte, curve in contro-pendenza, curvoni e curvini! Insomma e’ difficile ottenere quello che ti serve anche se alla fine e’ importante trovare una buona gomma, che duri fino alla fine e che abbia la giusta dose di “grip”. Se Stoner e’ in testa alla classifica, Loris Capirossi deve accontentarsi del suo nono posto e dei suoi 57 punti. “Assen e’ sempre una pista interessante, mi piace ancora molto. Il nuovo layout non e’ male anche se il vecchio era molto, ma molto piu’ bello, uno dei migliori al mondo. Non c’e’ dubbio - ha dichiarato l’italiano - che abbiano distrutto parte del suo carattere ma, in ogni caso, dovrebbe andare bene per noi e per la nostra moto. Ovviamente non ho un bel ricordo dall’anno scorso quando ho corso con le conseguenze dell’infortunio di Barcellona. Quest’anno sono in forma decisamente migliore, con una buona opportunita’ di fare un bel risultato. A Donington la scorsa settimana sono caduto ma in generale per noi le cose vanno meglio. Stiamo facendo progressi con il set up dell’anteriore, che e’ molto importante per l’entrata nelle curve veloci di Assen. Questo fine settimana poi possiamo continuare a lavorare sulle regolazioni delle specifiche del motore del Mugello cosa che non abbiamo potuto fare a Donington a causa del meteo. Anche se la pista e’ diversa, richiede caratteristiche simili: hai bisogno di stabilita’, freni buoni e un buon feeling con l’ava
Red/Tri