COMUNE CASSANO: AL VIA PROGETTO “SPORT SENZA BARRIERE”

(AGI) - Cassano Ionio (Cosenza), 12 giu. - La Giunta comunale di Cassano Ionio ha approvato il progetto “Sport senza barriere” inviando la relativa richiesta di finanziamento all’assessorato allo sport e turismo della Provincia di Cosenza. L’elaborato - spiega una nota - e’ articolato in una serie di manifestazioni e competizioni sportive che mirano a coniugare lo sport con il turismo accessibile, l’aggregazione sociale, la solidarieta’ e l’integrazione dei giovani diversamente abili, per dare un senso compiuto al valore della pratica sportiva in quanto elemento che unifica e valorizza realta’, culture e abilita’ diverse. Le gare si svolgeranno nelle strutture sportive del territorio comunale e nei siti piu’ interessanti della citta’, quali campi sportivi e parchi comunali. Anche le Terme Sibarite, dotate di strutture sportive, piscina e campi da tennis, saranno coinvolte nella realizzazione del progetto, anche perche’ il complesso termale e’ collocato in una posizione facilmente raggiungibile ed e’ privo di barriere architettoniche. Nell’attuazione del progetto, le cui attivita’ si svolgeranno nell’arco di una settimana, verranno coinvolte - continua la nota - le agenzie sociali del territorio e le associazioni di volontariato, ragazzi e ragazze, studenti e giovani diversamente abili. In tale contesto, e’ prevista una giornata che sara’ dedicata ad un convegno sul tema : ” Lo sport come educazione alla socialita’ e alla solidarieta’”, che vedra’ la partecipazione ed il coinvolgimento di esperti nell’ambito sportivo e socio-culturale. Abbinato alla manifestazione anche un concorso per gli alunni delle scuole primarie e secondarie, i quali saranno chiamati ad elaborare graficamente un personaggio o un pupazzo da eleggere a mascotte o simbolo di “Sport senza barriere”, anche per le edizioni che verranno. L’autore del disegno che sara’ giudicato migliore da una giuria di esperti, sara’ premiato insieme dei vincitori delle gare sportive, nella giornata conclusiva delle manifestazioni sportive. Con la realizzazione del progetto, ha riferito il sindaco Gianluca Gallo, intendiamo conseguire gli obiettivi di abituare i giovani alla pratica ludico-sportiva; educarli a condurre uno stile di vita sano e al rispetto del corpo; sviluppare nei giovani normodotati il senso della solidarieta’ verso i coetanei diversamente abili; sviluppare la cultura della liberta’ verso ogni forma di barriere, non solo quelle architettoniche, ma soprattutto quelle di natura psicologica e sociale, del pregiudizio e della diffidenza verso le diversita’; edurali, inoltre, a vivere la pratica sportiva quale elemento di integrazione socio-culturale e come momento di incontro e di confronto tra persone, al di la’ di ogni differenza e all’amore verso i propri luoghi e alla conoscenza delle risorse storiche e culturali della propria citta’. (AGI)
Com