PESCARA 2009: NESSUNA ALTERNATIVA A CHIETI PER VILLAGGIO

(AGI) - L’Aquila, 16 mag. - “L’obiettivo della realizzazione del Villaggio Olimpico a Chieti impegna un’intera classe politica senza distinzione di schieramento e di colore. Ognuno con spirito costruttivo e’ chiamato a recitare la propria parte evitando strumentali allarmismi”. Lo dice il consigliere regionale Udeur Liberato Aceto. “I rappresentanti del territorio impegnati in questa fase ad ultimare le complesse procedure burocratiche richieste, vanno aiutati e sostenuti. L’intera classe dirigente della citta’ - aggiunge - e’ chiamata ad un’assunzione di responsabilita’, l’obiettivo e’ importante e irripetibile, per questo chiedo ai miei colleghi della politica di mettere da parte, almeno in questo delicato momento, qualsiasi forma di polemica. La Regione ha dimostrato serieta’ e rigore nel portare avanti il progetto Pescara 2009. Infatti, la Giunta regionale nell’arco di quindici giorni oltre ad aver stanziato un milione di euro per i lavori di adeguamento del Palatricalle (da utilizzare sia per gli europei di Basket 2007 che per gli stessi Giochi 2009) ha previsto nell’ultima seduta un altro finanziamento pari a 2,4 milioni di euro in favore dell’impiantistica dei Giochi e del Comitato organizzatore. Tutto cio’ - osserva il consigliere dell’Udeur - e’ frutto dell’attenzione delle istituzioni nei confronti del territorio nella consapevolezza che manifestazione di questa portata possono essere uno strumento utile al rilancio della nostra Regione. Chieti non puo’ proprio perdere questa occasione, di mezzo ci sono investimenti che possono fungere da volano all’economia locale. Ipotizzare localizzazioni alternative, magari per puro fine elettorale (vedi elezioni di Montesilvano) - concluce Aceto - significa semplicemente alimentare tensioni, mettere fretta e quindi indurre all’errore, considerando perlaltro la complessa procedura da espletare per portare a termine la effettiva realizzazione del Villaggio”. (AGI)
Com/Ett