RUGBY: 6 NAZIONI: BERGAMASCO, “DEVE ESSERE SOLO L’INIZIO”

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 26 feb. - “Questo e’ un gruppo che sta lavorando da due anni con basi solide e idee chiare, il risultato di sabato contro la Scozia e’ stato cercato e speriamo sia il primo di tanti altri”. Lo ha detto l’azzurro Mauro Bergamasco intervenuto a Radio Anch’io. “Fa piacere questo entusiasmo che si respira intorno a noi - dice - Oggi i 6 mila tifosi a Edimburgo costituiscono un gran risultato”.
Il rugby e’ uno sport duro, ma alla fine e’ sempre una festa, quello che viene chiamato il ‘terzo tempo’: “A Edimburgo dopo la partita si parlava piu’ italiano che inglese. Abbiamo vissuto pienamente la nostra vittoria ed e’ stato importante stare tutti assieme. Adesso? Dobbiamo mantenere questo standard perche’ e’ quello che ci compete. Sappiamo che un passo indietro vorrebbe dire perdere tutto, anche dal punto di vista mediatico, quindi personalmente dobbiamo confermare questa capacita’ di proporre il nostro gioco. Il nostro movimento ha bisogno ancora di luce”.
“Il nostro campionato? E’ importante la cultura dei vivai per consentire i ricambi, oggi - prosegue - il nostro torneo non e’ al livello di quello inglese e francese. Ci vuole un lavoro a lunga scadenza di giovani per trovare nuovi campioni. I nostri ritiri? Non conosco la rigidita’ di quelli del calcio, il clima e’ sereno e sicuramente non ci sono diete a base di acqua e carota”. (AGI)
Red