FORUM NAIROBI: ULTIMI PREPARATIVI DELLA DELEGAZIONE ITALIANA

(AGI) - Roma, 17 gen. - Il settimo Forum sociale mondiale che si terra’ a Nairobi, in Kenya, dal 20 al 25 gennaio “e’ una grande occasione, unica nel suo genere, per dare voce all’Africa, alla gente che la abita e alla sua sete di giustizia”. Cosi’ Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della pace, ha aperto i lavori della conferenza di presentazione del programma della delegazione italiana a Nairobi. “Secondo analisti di fama mondiale”, ha continuato Lotti, “il 2007 sara’ caratterizzato dalla crescita economica, ma sara’ anche un anno record per le disuguaglianze sociali e la violazione dei diritti umani. Un pronostico che dovrebbe farci riflettere”.
Alla conferenza sono intervenuti i rappresentanti delle principali associazioni, reti, ong, movimenti ed enti locali che faranno parte della delegazione italiana, composta da circa 250 persone. Mentre a Davos, in Svizzera, si riuniranno circa duemila esponenti dei Paesi piu’ ricchi del mondo, a Nairobi decine di migliaia di persone (queste le cifre ufficiali) provenienti da ogni parte del mondo si incontreranno per la prima volta in Africa “per rafforzare il proprio impegno contro la miseria e la guerra e per dare un futuro diverso all’umanita’”, ha concluso Lotti.
Tra gli altri, ha preso la parola Filippo Fossati, presidente nazionale Uisp (Unione italiana sport per tutti), che ha presentato ‘la maratona tra gli slum per i diritti di base’: una corsa organizzata da Uisp e Libera che si terra’ a Nairobi il 25 gennaio 2007. “Si tratta di una 14 chilometri”, ha spiegato Fossati, “che attraversera’ i vari slum della capitale del Kenya: Huruma, Mathare, Biafra, Easleigh, Majengo e Shauri Moyo fino ad arrivare all’Uhuru Park, sede di svolgimento del Social Forum”. “Sara’ una corsa per rafforzare il messaggio di pace e di speranza”, ha aggiunto Tonio Dall’Olio, responsabile internazionale Libera, “contro la miseria e le sofferenze, che si levera’ dal Social Forum”.
Alla corsa, che verra’ ripresa da Raisport, parteciperanno anche campioni africani, tra i quali Paul Tergat (primatista mondiale della Maratona), Catherine Ndereba, Tekle Loroupe. La partenza verra’ data da Patrizia Sentinelli, vice ministra degli Esteri con delega alla cooperazione, e saranno presenti alla manifestazione altri esponenti di istituzioni italiane e internazionali. Un gruppo di donne africane ha creato artigianalmente la maglietta che verra’ donata a tutti i partecipanti, su cui il disegno di un grattacielo e’ affiancato a quello di una capanna, insieme alla frase in swaili ‘Pamoja Tunaweza!!’, ovvero ‘Insieme ce la faremo!!’. (AGI)
Gav