SCHERMA: VEZZALI, “MAI TRASCURATA DALLA FEDERAZIONE”

(AGI/DS) - Milano, 30 nov. - Valentina Vezzali si confessa: ‘Dopo la maternita’ la federscherma non mi ha di certo voltato le spalle’. La campionessa di scherma e’ intervenuta a Roma, all’incontro ‘Atlete madri: per il diritto delle atlete di conmtinuare a vincere’, e ha parlato della sua esperienza: ‘La federscherma ha sempre aperto le porte alle mamme che volevano proseguire la loro attivita’ anche in presenza di una gravidanza - precisa - un esempio con la Vaccaroni (1992), ma ce ne sono tanti altri, come la Galassi, e non solo in Italia. Le federazioni devono tutelare le atlete che sentono l’esigenza della maternita’. La Vezzali ha poi risposto a una semplice ma quanto mai complessa domanda: fisicamente, dopo un parto, per le donne e’ piu’ difficile riprendere l’attivita’? ‘Prima di tutto e’ un tema troppo poco dibattuto - precisa - personalmente, dopo il parto, parlai con il medico della federscherma che mi disse: le donne, dopo il parto, sono piu’ forti e resistenti emozionalmente. Anni fa incontrai Daniela Ceccarelli che confesso’ di essersi sentita esclusa dalla Fisi a causa della sua maternita’; io, invece, ho sempre avuto l’appoggio della Federscherma’. (AGI)
Red/Ila