PERDONANZA: NASCE A L’AQUILA IL “GRUPPO STORICO”

(AGI) - L’Aquila, 17 ago. - E’ nato all’Aquila, per iniziativa del Movimento Celestiniano, il “Gruppo storico Perdonanza Celestiniana”. A presentare l’iniziativa sono stati questa mattina Floro Panti, presidente del Movimento Celestiniano, Pierino Giorgi, presidente del Consorzio Celestiniano, padre Quirino Salomone, l’assessore alla cultura del comune dell’Aquila, Maurizio Dionisio ed il presidente del Comitato Perdonanza, Alberto Mazzocco.
Del gruppo, che vedra’ la sua prima uscita ufficiale durante la rievocazione storica del Mastrogiurato di Lanciano, fanno parte gli sbandieratori Citta’ dell’Aquila ed il Concertus Serafino Aquilano, ma e’ aperto anche ad altre associazioni che volessero farne parte. Il gruppo ha anche “recuperato” gli stendardi dei Quarti aquilani prima del XIV secolo che vedevano San Giorgio al posto dell’odierno quarto di Santa Giusta e San Giovanni al posto dell’odierno quarto di San Marciano.
In occasione della Perdonanza Celestiniana, che inizia oggi con la partenza del Fuoco del Morrone dall’eremo di Sant’Onofrio, a Bagnaturo (L’Aquila), il movimento ha realizzato una cartella destinata ai turisti, del costo di 8 euro, che raccoglie le principali informazioni sulla figura di Celestino V. Il ricavato sara’ interamente devoluto alla Mensa di Celestino, che ogni giorno preparati caldi per i poveri della citta’. E’ stato anche realizzato un dvd con le immagini del primo corteo storico della Bolla relativo all’edizione del 1983 della Perdonanza Celestiniana, alla quale partecipo’, oltre all’allora sindaco dell’Aquila, Tullio De Rubeis, anche il cardinale Carlo Confalonieri. Ad accompagnare la fiaccola che giungera’ all’Aquila il 23 agosto per l’accensione del tripode sulla torre civica di Palazzo Margherita, saranno anche i bambini dell’Unicef che consegneranno ai sindaci dei Comuni attraversati dal fuoco del Morrone la nuova “bolla del Perdono”. L’iniziativa, ha detto Panti, intende ricordare la partecipazione, avvenuta venti anni fa, di 15 ragazzi libanesi ospiti della societa’ Atletica L’Aquila. (AGI)
Red/Ett