BASKET: MONDIALI, IL CT RECALCATI “ITALIA CON POCO TALENTO”

(AGI/DS) - Sapporo, 17 ago. - Sabato comincia l’avventura degli Azzurri al Mondiale giapponese. L’Italia di Recalcati punta agli ottavi. Questo l’obiettivo minimo che si pone il ct, per “onorare la wild card che ci ha permesso di partecipare a questo torneo”. In campo tante formazioni europee, il livello della rassegna iridata complessivamente sembra alto: “Penso che le prime sedici squadre, con il massiccio ingresso delle squadre europee, siano molto piu’ forti di quelle del 2002″, conferma Recalcati al sito Fip. “Vedo nella mia squadra il potenziale giusto per entrare nelle prime sedici”, conferma, poi solo partite secche, che spesso riservano sorprese. In questi casi “l’Italia qualche volta ha perso, ma piu’ spesso ha vinto: entrassimo nelle prime otto, ci saremmo fatti un gran regalo”, sostiene il coach. Una Nazionale dalle aspettative sinceramente modeste, che lavora per creare un bel gruppo in vista degli Europei del 2007. “Siamo molto vicini rispetto a quello che io mi aspettavo che saremmo stati”, spiega il ct azzurro, ma “questa Nazionale, che e’ nata per essere diversa, per essere la Nazionale di Belinelli e Bargnani, alla fine non e’ molto diversa da quelle degli altri anni. Non ho difficolta’ a definirla una squadra con poco talento - ammette Recalcati, un po’ a sorpresa - sicuramente meno delle dirette avversarie, ma questa e’ stata la nostra forza in questi anni”. Sabato le attese lasceranno spazio ai risultati del campo. L’Italia trova la Cina del gigante NBA Yao Ming. “Mi aspetto un esordio contratto, forse perche’ siamo impazienti di cominciare”, prevede Recalcati. (AGI)
Red