RUGBY: ARGENTINA BATTE ITALIA 23-16 NEL TEST-MATCH DI ROMA

(AGI/DS) - Milano, 18 nov. - L’Argentina ha superato con un 23-16 l’Italia nel test-match del Flaminio. La partita che ha visto la formazione di Pierre Berbizier chiudere in vantaggio il primo tempo grazie ai piazzati di Bortolussi. I primi minuti della ripresa sono stati pero’ decisivi, con l’argentino Todeschini prima a ridurre il distacco su punizione e poi a schiacciare personalmente in meta. Passano pochi minuti e i biancocelesti trovano ancora una volta il modo di superare la difesa (e la linea estrema) azzurra con Avramovic, schiacciando l’ovale del 18-9. Scocca il 63′, c’e’ tempo ma il distacco appare incolmabile: lo spunto, e la speranza, arriva al 75′, quando Stanojevic trova l’unica meta azzurra della giornata, peraltro molto bella. L’ultimo assalto dell’Italia si infrange sul piede di Todeschini, grande protagonista della gara e autore, con l’ultimo calcio della gara, del 23-16 finale. La sconfitta lascia l’amaro in bocca al commissario tecnico Pierre Berbizier: “Tenere l’ovale e basta non porta a nulla”. Il test match del Flaminio si e’ chiuso con la netta vittoria dei sudamericani, anche se l’Italia ha mantenuto il possesso del pallone piu’ a lungo. Il ct ha commentato: “siamo stati troppo orgogliosi: abbiamo voluto sfidare l’Argentina proprio su quelli che sono i loro punti di forza. Loro invece sono stati piu’ intelligenti e hanno portato a casa la vittoria”. C’e', quindi, qualcosa di piu’ di una punta di rammarico nelle parole di Berbizier: “probabilmente avremmo dovuto giocare con maggiore semplicita’: siamo tutti responsabili di questa sconfitta. L’Argentina, in ogni caso, ha dimostrato ancora una volta, dopo aver battuto gli inglesi, di essere una squadra di altissimo livello. Sono sesti nel ranking IRB e penso che potranno essere gli outsider dei prossimi Mondiali”. (AGI)
Red