PROVINCIA PALERMO: VARATA MANOVRA BILANCIO DA 21 MLN

(AGI) - Palermo, 30 nov. - Il Consiglio provinciale di Palermo ha approvato a tarda notte la manovra di assestamento di bilancio. Il documento finanziario ha ricevuto il via libera con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra (26 si), mentre ha votato contro l’opposizione di centrosinistra (sei no). La manovra ammonta complessivamente a circa 21 milioni di euro, dopo l’approvazione di 12 emendamenti, nove della maggioranza, tre dell’opposizione, che hanno incrementato alcuni capitoli relativi ai beni culturali, ai servizi sociali, ai diritti umani, per l’educazione ambientale, lo sport, prelevando i fondi dall’avanzo di amministrazione disponibile.
Tra le spese piu’ consistenti 6.174.583 euro per personale, funzionamento uffici, rappresentanza e comunicazione; 3.668.480 euro per la pubblica istruzione; 3.367.265 euro per la tutela dell’ambiente; 2.452.911 euro per il turismo, 2 milioni e 100 mila euro per i servizi sociali, 1 milione e 300 mila per cultura e beni culturali, 677.283 euro per la viabilita’, 443.983 euro per lo sviluppo economico. Emendamenti della maggioranza destinano 860 mila euro in piu’ per iniziative nel campo delle politiche sociali e 280 mila euro per la promozione dei diritti umani e civili. Altri incrementi approvati ieri riguardano iniziative nel campo della tutela ed educazione ambientale (piu’ 100 mila euro), 50 mila euro per il sostegno e la promozione delle attivita’ degli italiani all’estero, 140 mila euro ai comuni per iniziative in campo agricolo e per attivita’ produttive, 70 mila euro per iniziative nel campo dello sport a scuole e Comuni, 120 mila per la nuova gestione della societa’ mista Palermo Energia, che si occupa della verifica degli impianti termici nei Comuni della provincia. Tre emendamenti del centrosinistra prevedono 30 mila euro per la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi, 20 mila euro per iniziative di sensibilizzazione contro la violenza sulla donne, e 90 mila euro per il recupero e la manutenzione delle opere pittoriche della Chiesa di S. Stefano Martire. (AGI)
Rap/Mzu