SANITA’: FALSE RICETTE, 11 ARRESTI TRA MEDICI E FARMACISTI

(AGI) - Roma, 27 feb. - Associazione per delinquere, esercizio abusivo della professione, commercio di sostanze medicinali in classe doping: per queste accuse i carabinieri del Nas di Roma hanno arrestato 11 persone tra medici e farmacisti. Le ordinanze di custodia cautelare (tutte che dispongono gli arresti domiciliari) sono state emesse dal Tribunale del Riesame della capitale che ha accolto il ricorso del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia Giancarlo Capaldo.
Con gli arresti di oggi si e’ conclusa la’operazione “Pharma Connection” iniziata il 23 novembre 2004 e proseguita poi l’11 novembre scorso facendo registrare complessivamente 44 arresti e 380 perquisizioni. La prolungata indagine ha quindi portato gli inquirenti ad individuare alcuni gruppi criminali che, grazie alla complicita’ di farmacisti, medici, imprenditori e rappresentanti del settore chimico-farmaceutico, hanno truffato sistematicamente il Servizio Sanitario Nazionale. L’indagine ha riguardato Lazio, Puglia, Lombardia, marche Toscana Campania, Calabria e Sicilia.
Delle 11 ordinanze di custodia cautelare, 4 riguardano altrettanti medici di base, due farmacisti, un collaboratore esterno di una nota farmacia e un ’sedicente’ medico titolare di un centro estetico per trattamenti dimagranti, tutti di Roma; una e’ stata eseguita a Messina nei confronti di un titolare di un deposito di sostanze chimico-farmaceutico; due agenti di commercio del settore chimico-farmaceutico di Imola e Bologna.
L’indagine ha accertato che gli arrestati fornivano clandestinamente stupefacenti anoressizzanti in trattamenti dimagranti. Uno dei medici romani arrestato, nonostante fosse stato interdetto dal Gip dall’attivita’ professionale, ha firmato oltre 7000 ricette nei confronti di pazienti inesistenti per farmaci costosi e interamente rimborsati dal SSN. La truffa ai danni del servizio sanitario nazionale ammonterebbe ad oltre un milione di euro.
Complessivamente, quindi l’inchiesta ha fatto registrare 55 arresti, 181 indagati, 380 perquisizioni, e il sequestro di 500 chili di sostanze stupefacenti e di due laboratori clandestini e di un centro estetico dimagrante. (AGI)
Red/Com