F1: GRAN PREMIO GERMANIA,UNA “QUASICURVA” DA OLTRE 300 ALL’ORA

(AGI) - Roma, 23 lug. - Circuito anomalo quello di Hockenheim, lungo il quale si svolge domenica il Gran Premio di Germania, 12* prova del campionato del mondo do formula 1. Anomalo perche’ si configura con una serie di curve lente alternate da brevi rettifili, il tutto condito da una “quasicurva” lungo la quale si puo’ scaricare tutto l’acceleratore e superare abbondantemente i 320 orari. In pratica un lungo rettifilo…un po’ storto.
Il problema, alla fine di questa lunga galoppata, e’ quello di attaccarsi ai freni per infilare un tornante secco da 80 all’ora per poi schizzare nuovamente verso una doppia chicane. Insomma, per i motori e’ piu’ importante sviluppare una buona curva di potenza a tutti i regimi che un picco di potenza massima da record. l circuito di Hockenheim, lungo 4.574 metri, dovra’ essere percorso 67 volte per arrivare a coprire 306,459 chilometri in totale. Lo scorso anno vinse Michael Schumacker seguito da Button e Alonso. (AGI)