TENNIS: HENMAN, A NOI CHE PARLIAMO INGLESE CI TRATTANO PEGGIO

(AGI/REUTERS/EFE) - Parigi, 25 mag. - Amaro sfogo del britannico Tim Henman che, eliminato dal secondo turno di singolare del Roland Garros con il punteggio di 7-5, 6-7 (2-7), 6-3, 6-4 per mano dell’outisider peruviano Luis Horna, e’ stato pure ammonito dall’arbitro per aver imprecato. Il tennista inglese ha affermato che i giocatori anglofoni sono trattati con maggiore severita’ rispetto ai colleghi che parlano altre lingue, forse semplicemente perche’ le parole di questi ultimisono piu’ difficili da comprendere. “A volte”m ha commentato Henman, ripreso per aver formulato un’oscenita’ mentre gia’ stava perdendo l’incontro, “ci sono francesi, o spagnoli, o gente di chissa’ dove, e il loro idioma sembra rappresentare una difficolta’ in piu’ per loro. E invece, non appena salta fuori qualcuno che parla inglese, allora e tutta un’altra storia. Non posso certo giustificiare quello che ho detto, ma pare che a volte le stesse cose, pronunciate in una lingua diversa, vadano benissimo!”. Per la cronaca, l’arbitro era lo spagnolo Enric Molina. (AGI)