“IL SETTIMANALE” DELLA TGR PUGLIA

(AGI) - Bari 2 dic - Un supermercato dove a vendere sono direttamente i contadini. Nessun intermediario, prezzi imbattibili e prodotti freschissimi. L’iniziativa l’ha presa a Taranto la Coldiretti ed e’ la prima in Italia. Consumatori entusiasti.. Se ne occupa il Settimanale della Tgr Puglia nel numero in onda sabato 3 dicembre, alle dodici e venticinque, su Rai Tre. “Dal contadino spendo meno”, il servizio di apertura , e’ di Salvatore Catapano. Ancora l’agricoltura di scena nei tre servizi successivi. In “Zucchero amaro” (Sergio De Nicola) si fa il punto sulla crisi della coltivazione delle barbabietole del foggiano, dopo i tagli decisi nei giorni scorsi a Bruxelles.. Ne “Il pomodoro come un fiore” (Vito Giannulo) si descrivono le nuove tecniche di coltivazione in serra degli ortaggi eseguite nel centro sperimentale di Mola di Bari. In “le vie dell’olio, le vie del potere” Vito Bruno si cala nel ventre di Lecce alla ricerca degli antichi frantoi sotterranei. La ricchezza delle cisterne era anche la ricchezza dei palazzi nobiliari sovrastanti. “Pugliesi perche’, ce lo dice la storia” di Nando Nunziante risponde invece alle domande: ” Esiste una identita’ culturale pugliese? E se si’, quando e come si e’ formata?” Rispondono due studiosi dell’Universita’ di Bari, autori di un recente libro di Laterza: Chiude “un cuore rosa oltre la rete” di Emiliano Cirillo, con la storia del Santeramo, squadra di pallavolo femminile che coniuga sport e valori civili. La rubrica e’ a cura di Giancarlo Spadoni e Giancarlo Piraino.(AGI)