OLIMPIADI 2016: DA CONI AD AMMINISTRATORI TANTI SI’ A MILANO

(AGI) - Milano, 20 gen. - La strada sara’ impervia e il risultato resta decisamente incerto, ma la possibile candidatura di Milano, e piu’ generale della Lombardia, all’organizzazione delle Olimpiadi del 2016, riscuote intanto un coro di si’ che va dal sottosegretario Pescante al presidente del Coni Petrucci passando per l’adesione entusiasta degli amministratori locali lombardi ma anche piemontesi, tutti riuniti oggi a Milano per la presentazione della Fiaccola Olimpica di ‘Torino 2006′.
“Milano culla il sogno olimpico e quindi deve provarci - sostiene il sottosegretario ai beni culturali con delega allo sport, Mario Pescante - Io condivido questo sogno e ricordo che sono stato tra coloro che, tanti, tanti anni fa, aiutarono Moratti nella sua battaglia solitaria per le olimpiadi nel capoluogo lombardo. Oggi verifico invece che c’e’ un impegno piu’ diretto degli enti locali”. Pescante non nasconde che e’ prematuro fare progetti precisi per il 2016 ma “cullare un sogno e’ sempre una bella cosa ed e’ importante essere in corsa. Ai milanesi voglio dire: coraggio. Per il 2012 si candidano metropoli come New York, Parigi, Londra, Madrid, Mosca. Vincera’ una sola ma non hanno paura di concorrere. Lo sport unisce e funziona piu’ della diplomazia e piu’ della forza, o della debolezza, delle armi”.
Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, preferisce non sbilanciarsi, ma osserva: “So che su questo si sta molto impegnando il presidente Formigoni e quindi certamente l’argomento dovra’ essere approfondito. Non posso non dire pero’, che sono sono contento dell’impegno che ci si sta mettendo. Noi gestiamo lo sport e quindi quando si parla di sport e di olimpiadi, noi siamo sempre contenti”. (AGI)