SPORT: PILIA, CRITERI PER CONTRIBUTI RIVISTI ENTRO UN MESE

(AGI) - Sassari, 24 mar. - Una revisione dell’assegnazione dei contributi regionali per lo sport era stata sollecitata nei mesi scorsi dallo stesso Coni in conferenze stampa locali e regionali e con una richiesta di incontro, avvenuto oggi, con l’assessore Pilia. La bozza di manovra finanziaria della Giunta regionale prevedeva tagli fino al 70% alle societa’ sportive sarde, ridotti al 20% dopo l’intervento che ha aggiunto ulteriori fondi per sei milioni di euro. Alcuni dei sodalizi piu’ penalizzati dalla drastica riduzione dei finanziamenti regionali sono sassaresi, come la Dinamo Banco di Sardegna e molte societa’ di sport considerati minori come pallamano e basket in carrozzina.
“Troppo spesso nel passato uno dei criteri di assegnazione dei fondi e’ stata la discrezionalita’”, ha aggiunto Pilia, “una discrezionalita’ “dopata”. Con la nuova Giunta gli uffici dell’assessorato lavorano per ridurla a zero e per stabilire criteri oggettivi. Non si possono assegnare contributi in forma diversa a seconda che i governanti del momento siano del nord o del sud della Sardegna”.
A chi chiedeva certezze sui fondi regionali per programmare a inizio stagione l’attivita’ delle societa’, l’assessore ha risposto che si potranno avere solo dal prossimo anno. “La finanziaria 2005″, ha spiegato Pilia, “e’ una manovra di transizione, con scelte difficili e impopolari necessarie per frenare il pesante indebitamento regionale”. Importanti, secondo Pilia, le proposte del Coni, soprattutto sulla scuola regionale dello sport, che coltivi e valorizzi le capacita’ tecniche e atletiche dei giovani sardi: “Qualche volta”, ha sottolineato in merito, “sono state finanziate in passato squadre con quattro atleti di cui tre cinesi”.
Alla conferenza di stasera hanno partecipato, tra gli altri, il presidente provinciale del Coni Giannicola Montalbano, il suo omologo regionale Gianfranco Fara e gli assessori allo Sport di Provincia e Comune di Sassari Antonio Dore e Giovanni Fadda.(AGI)