SOLIDARIETA’: ENEL, AL VIA “IL CUORE CHE ILLUMINA LO SPORT”

(AGI) - Roma, 19 dic - Una nuova collaborazione nel mondo della solidarieta’: Enel Cuore Onlus, l’Associazione creata da Enel per coordinare e gestire le iniziative di beneficenza dell’azienda, e’ al fianco del Cip, Comitato Italiano Paralimpico, per promuovere le attivita’ e le manifestazioni sportive per i disabili. “Il cuore che illumina lo sport” e’ il titolo del progetto per il quale Enel Cuore Onlus ha destinato 1 milione per sostenere nel 2006 le azioni per il potenziamento dell’offerta di sport e della competitivita’ degli atleti disabili.
“E’ motivo d’orgoglio e di soddisfazione per il Coni - ha dichiarato il presidente Giovanni Petrucci - sapere che l’Associazione no profit di un’azienda cosi’ prestigiosa come Enel ha affiancato il Comitato Italiano Paralimpico per un’iniziativa di grande valore sociale. Si tratta di un progetto che consentira’ al mondo sportivo diversamente abile di poter ottenere nuove strutture e nuovi impianti, che apriranno l’attivita’ di base e la pratica sportiva a tutti i cittadini”.
“Enel Cuore Onlus e’ impegnata in iniziative che danno aiuti concreti alle categorie sociali piu’ deboli, anziani, bambini, malati e disabili - ha detto Fulvio Conti, amministratore delegato Enel e presidente di Enel Cuore Onlus - il nostro contributo al Cip non e’ solo destinato a supportare gli atleti di primo livello, ma ha l’obiettivo di permettere ai tanti che si trovano in condizioni di disabilita’, di trovare nella pratica sportiva quegli stimoli, quella volonta’ di partecipazione e quella voglia di stare con gli altri che migliorano la qualita’ della vita”.
“La scelta fatta da Enel Cuore Onlus di affiancare il Cip e’ un segnale di enorme rilevanza per l’intero mondo della disabilita’ - ha commentato Luca Pancalli, presidente del Cip - questa operazione si colloca nella nostra strategia di avere amici importanti al nostro fianco, che ci supportino per una serie di attivita’ sul territorio, che mirano non solo all’agonismo puro e semplice, ma soprattutto alla massima diffusione della pratica sportiva tra le persone disabili. Con ‘Il cuore che illumina lo sport’ vogliamo garantire il diritto allo sport alle circa 800mila persone disabili che potrebbero praticare attivita’ motoria traendone un semplice beneficio, oppure come preludio a un’attivita’ agonistica di livello”.
Tre i filoni di intervento previsti da Enel Cuore nel corso dell’anno: il contributo per l’acquisto di attrezzature e materiali per la attivita’ delle varie discipline sportive, il sostegno per una maggiore partecipazione di atleti, di tutte le disabilita’, alle maratone piu’ importanti che si svolgeranno nel 2006 in tutta Italia, il contributo all’organizzazione di Enel Cuore-Paralympic Day 2006, una giornata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla disabilita’ e avvicinare i ragazzi disabili alle varie discipline sportive. (AGI)