VOLLEY: SERIE A1, MACERATA PASSA A CUNEO, FESTA MODENA E TREVISO

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 19 dic. - Alla vigilia di questa decima giornata di andata del massimo campionato di volley ci si chiedeva, con Trento impegnata a Doha per conquistare il secondo Mondiale per club di fila, quale potesse essere l’anti-Itas. Per quanto visto a Cuneo, nel match piu’ atteso della giornata, ci sono pochi dubbi: al ruolo di competitor piu’ accreditato si candida la Lube Banca Marche Macerata. I biancorossi del fresco ct azzurro Berruto si impongono con autorita’ sul parquet tricolore della Bre Banca Lannutti Cuneo, confezionando un 3-1 (25-23, 16-25, 25-23, 25-14) che lascia poco spazio alle interpretazioni. A far la parte del leone, nel sestetto ospite, e’ stato Savani, capace di schiacciare a terra 21 palloni (14 per Omrcen) e guidare i suoi ad un successo che potrebbe cambiare la storia di questa regular season. Macerata agguanta Cuneo al secondo posto e al quarto resta, distanziata pero’ di sei lunghezze, l’Acqua Paradiso Monza Brianza, che nell’anticipo di ieri al PalaPiper ha steso per 3-0 (25-20, 25-22, 25-23) un’Andreoli Latina stremata, piu’ che dai 16 punti di Rooney, da una notte trascorsa nell’ingorgo autostradale in Toscana. La Sisley Treviso passera’ un bel Natale in attesa di andare a Trento il 26: gli orogranata esaltano il PalaVerde ‘esorcizzando’ per 3-0 (25-19, 25-21, 25-20) lo spauracchio M. Roma Volley, fermato dai 17 punti di Kovar e dai 14 di Fei. Affermazioni piene anche per Casa Modena e Marmi Lanza Verona: gli emiliani impartiscono una severa lezione alla Rpa-LuigiBacchi.it San Giustino, battuto con un nettissimo 3-0 (25-18, 25-16, 25-16) in virtu’, innanzitutto, dei 16 punti di Berezhko e dei 14 di Diaz. Verona invece acuisce la crisi della Yoga Forli’, ancora a zero in classifica e messa ko al PalaCredito di Romagna dalla Marmi Lanza per 3-1 (25-21, 25-20, 17-25, 25-18) con 23 punti di uno scatenato Cala. Successo importante, in chiave salvezza, per la Tonno Callipo Vibo Valentia, che ha qualche grattacapo per sconfiggere 3-1 (25-19, 23-25, 25-17, 25-23) la Bcc-Nep Castellana Grotte, l’altra seria candidata alla retrocessione, con 19 punti di Simeonov. L’Itas Diatec Trentino, in semifinale al Mondiale di Doha, aveva gia’ assolto il suo compito battendo la Copra Morpho Piacenza per 3-0 (25-21, 25-19, 25-23). (AGI) Red/Vic