MONDIALI VOLLEY: ANASTASI, BRASILE NETTAMENTE SUPERIORE

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 9 ott. - “Abbiamo schiacciato fuori troppi palloni, quando commetti 14 errori in attacco e’ tutto piu’ complicato. I ragazzi non sono riusciti ad esprimersi con semplicita’ in un fondamentale come l’attacco”. Andrea Anastasi e’ schietto e sincero nell’analizzare la sconfitta in semifinale contro il Brasile che ci preclude la possibilita’ di giocarci domani sera l’oro nei Mondiali di casa. “Abbiamo attaccato malissimo, non siamo mai stati efficaci in attacco, anche per merito del Brasile che mi e’ apparso nettamente superiore, e’ inutile negarlo. Noi non siamo riusciti ad entrare in toto nella partita” aggiunge il tecnico azzurro. “Loro sono riusciti a sfruttare bene tutta la rete e questo gli ha dato piu’ sicurezza, mentre noi, lo ribadisco noi non abbiamo avuto continuita’ in attacco e questo ci ha creato delle difficolta’ nel gestire la partita. Abbiamo sempre inseguito ed anche nel terzo set che siamo stati avanti ci siamo complicati la vita da soli in difesa” dice Anastasi che poi ricorda come sia importante cancellare immediatamente questa serata e pensare alla finale per il terzo posto di domani pomeriggio (ore 17, ndr) contro la Serbia. “Domani e’ un altro gioco - dice - dobbiamo essere sereni perche’ c’e’ un podio da raggiungere ed una medaglia da prendere. Un risultato meraviglioso a coronamento di un’estate bellissima. Resta sicuramente il rammarico per la finale persa ma essere gia’ tra i primi quattro del mondo e’ sempre un grande risultato”. Gigi Mastrangelo analizza la sconfitta contro i campioni del mondo: “Contro questa squadra bisogna battere bene e ci siamo riusciti, ma con la palla in mano, con il gioco veloce che hanno diventa difficile. Nel quarto set siamo crollati, loro hanno battuto bene, murato altrettanto bene. Domani c’e’ un altro match importante da giocare”. (AGI) red