USA: FESTA IN CASA CLINTON, CHELSEA E MARC SPOSI

(AGI)- Rhinebeck (NY, Usa), 1 ago. - “Oggi”, hanno annunciato Bill e Hillary con un comunicato, “pieni di orgoglio e di emozione abbiamo potuto vedere Marc e Chelsea sposarsi,in una bellissima cerimonia e circondati dagli amici intimi. Non avremmo potuto chiedere un giorno piu’ perfetto per l’inizio di una vita insieme, e siamo lieti di accogliere Marc nella nostra famiglia”.

Per gli Usa, saranno sicuramente le nozze dell’anno, se non del decennio. Per la coppia, il naturale coronamento di una relazione lunga ma anche molto discreta, iniziata come amicizia quando i due erano teenager, proseguita sui banchi di Stanford e culminata in un fidanzamento solo pochi anni fa.

Le speculazioni sul luogo scelto per la cerimonia sono cessate il giorno in cui, l’ultimo Venerdi’ Santo, Bill Clinton e’ stato visto passeggiare per il corso principale di Rhinebeck. Per la minuscola cittadina sulle rive dell’Hudson e’ l’evento piu’ importante da quando coloni olandesi vi posero la prima pietra, nel lontano 1688. E nonostante gli sforzi de Clinton, che hanno fatto firmare decine di accordi per il mantenimento del riserbo da parte dei fornitori, sono trapelati una messe di particolari.

Il luogo dfella cerimoni, prima di tutto. Per un matrimonio regale, il sito di Astor Courts non poteva essere piu’ appropriato: la villa fu costruita come ‘casina per lo sport’ nel 1902 dal miliardario John Jacob Astor IV sul modello del padiglione Grand Trianon di Versailles. Al riparo da sguardi indiscreti, tra gli ettari di campi boschivi, l’edificio conta camere da letto, una piscina coperta, due campi da squash e un poligono di tiro.

Gli hotel della zona erano stati prenotati da aprile per ospitare la gran parte degli ospiti. I piu’ fortunati hanno alloggiato al Beekman Arms Inn, che sostiene di essere il piu’ antico hotel rimasto sempre nella storia Usa e che ha un impeccabile pedigree: vi ha dormito George Washington e Franklin Roosevelt lo frequentava di buon grado. Per sabato e domenica, sulla zona intorno a Rhinebeck, le autorita’ federali avevano diramata una rara ordinanza di “no-fly zone”, giustificando la decisione -come si legge sul sito della Federal Aviation Administration- “con il movimento di VIP”.

Per la cerimonia la sposa ha indossato un abito firmato Vera Wang, che ha scalzato quella che sembrava la scelta della prima ora, lo stilista preferito di famiglia, Oscar de la Renta. Chelsea Clinton e la madre sono state entrambe avvistate una mezza dozzina di volte, negli ultimi tre mesi, nella boutique della Wang a Madison Avenue. E Women’s Wear Daily ha ‘pizzicato’, all’inizio della settimana, la signora Clinton che entrava nello ’studio’ guardandosi attorno con un’aria furtiva come se fosse diretta a una prova del matrimonio: trucco perfetto, sotto un enorme cappello.

Il rito probabilmente e’ stato una sorta di cerimonia ecumenica: Bill Clinton e’ infatti di fede battista, Hillary Clinton e’ metodista, e i Mezvinsky sono ebrei. L’ex first daughter e’ veganiana e ha offerto agli ospiti anche un dolce privo di glutine. Ma il catering e’ stato affidato a tre diversi fornitori Blue Ribbon Restaurants per gli aperitivi, St. Regis Hotels and Resorts per il pranzo principale e Olivier Cheng Catering and Events per il dopo-cena. Anche i fiori affidati a due differenti fornitori. Il costo stimato di tutta l’organizzazione e’ tra i 3 e i 5 milioni di dollari.(AGI) Fab/Bia