TORNEO 6 NAZIONI: MALLETT, VOGLIAMO RISCATTARE KO CON FRANCIA

(AGI/ITALPRESS) - Cardiff 8Galles), 19 mar. - “La sconfitta di Parigi - ha aggiunto - non mi fa dimenticare i progressi che abbiamo compiuto da giugno a questa parte, soprattutto da un punto di vista difensivo”. “Francia e Galles giocano un rugby d’attacco, molto diverso da quello di Irlanda, Inghilterra o Scozia, domani capiremo se la nostra difesa ha mancato un colpo allo Stade de France o se abbiamo davvero un problema a difendere contro squadre come i bleus o i Dragoni”. “Il Galles - ha proseguito Mallett - merita tutto il nostro rispetto: domani schierera’ la prima linea dei British Lions e, nel complesso, e’ una squadra di enorme valore, che solo due anni fa ha centrato il Grande Slam. Un Sei Nazioni non particolarmente brillante non vuol dire che siano diventati una squadra modesta: insieme alla Francia, i loro trequarti sono i piu’ pericolosi del Torneo”. La partita di domani - ha aggiunto il ct - puo’ rappresentare un punto di svolta nel nostro 6 Nazioni, “credo che, al di la’ dei primi sessanta minuti contro la Francia, il nostro sia stato un torneo positivo, nel quale siamo cresciuti sia in difesa che in attacco. Sapevamo che le ultime due partite contro Francia e Galles, per il rugby che giocano queste formazioni, sarebbero state molto dure per noi ma domani abbiamo una chance importante per continuare nella nostra crescita. Sono molto orgoglioso della squadra per quello che ha fatto in questo Torneo: i giocatori hanno dimostrato di avere un grande cuore e di aver accresciuto la fiducia nei propri mezzi. Sono convinto che domani ritroveranno quello che forse e’ un po’ mancato contro la Francia”. Per vincere domani - ha concluso Mallett - “dovremo impedire al Galles di segnare piu’ di venti punti. E’ impensabile per noi, oggi, vincere una partita subendo piu’ di venti punti. La vittoria passa per la difesa, non possiamo concedere gli stessi errori della settimana scorsa”. “Ci siamo concentrati molto sulla comprensione di quanto non ha funzionato allo Stade de France - ha svelato capitan Ghiraldini - e abbiamo lavorato sul nostro rugby e su come migliorare nella partita di domani. E’ indubbio che abbiamo avuto dei problemi domenica scorsa, forse abbiamo approcciato la partita con troppa confidenza dopo la vittoria sulla Scozia, ma alla fine abbiamo finito per subire la Francia da un punto di vista psicologico: ci e’ gia’ successo in passato contro i francesi. Forse con un’altra squadra la nostra prestazione sarebbe stata piu’ efficace, saremmo riusciti a rientrare in partita, ma abbiamo subito molto la pressione avversaria”. Le rimesse laterali non hanno funzionato a dovere - ha ammesso Ghiraldini - e “sappiamo tutti che si tratta di una fase critica del gioco. Ci siamo impegnati per ritrovare fiducia in questa situazione di gioco e sono sicuro che non ripeteremo gli errori come contro la Francia”. (AGI) Vic