BASKET: PETRUCCI, MENEGHIN? NON CHIEDERE INTERVENTI PER SMENTIRLI

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 22 dic. - “Pianigiani e’ un vincente, un grande allenatore che ha vinto tutto con Siena e gli auguro di vincere tanto con la Nazionale. Ma le nazionali devono essere a tempo pieno perche’ il ct non e’ solo quello che allena”. Gianni Petrucci, presidente del Coni, ribadisce ai microfoni di Sky Sport il suo pensiero sulla scelta del nuovo selezionatore azzurro. Il numero uno dello sport italiano aveva concordato con Meneghin la scelta di un allenatore a tempo pieno ma il presidente della Fip ha poi optato per il part-time. “E’ vero che l’Italia del basket gioca solo due mesi ma proprio per questo c’e’ bisogno di far parlare di Nazionale e un ct part time fa parlare di nazionale solo in quel periodo - continua Petrucci - Se Meneghin sceglie Pianigiani ct part time perche’ non puo’ farlo a tempo pieno lo condivido, io voglio bene a Meneghin ma non ci dimentichiamo che quello che ho fatto nel basket mi era stato chiesto dal mondo del basket. Il tempo delle polemiche pero’ e’ alle spalle, Pianigiani e’ bravo e io saro’ il suo primo tifoso, con Messina e Scariolo occupati era la scelta migliore”. Anche con Meneghin il discorso e’ chiuso, “l’ho voluto io come dirigente e saro’ al suo fianco - ribadisce il presidente del Coni - Ma non mi chiamassero a prendere certe iniziative quando poi devono smentirle, con Meneghin avevamo deciso per un allenatore a tempo pieno, poi lui ha cambiato idea, io no. Non copiamo gli Usa, in Italia e’ diverso e la Federazione deve ragionare e pensare in grande, un allenatore deve creare ogni giorno immagine, come ha fatto Velasco col volley”.Petrucci si complimenta pero’ con la Federazione per come ha gestito lo scandalo arbitri. “Bene ha fatto la Fip a fare gli atti che ha fatto - continua - Meneghin e’ stato bravo in questo, e’ andato subito a Reggio Calabria, ha parlato col magistrato e hanno collaborato. L’inchiesta sembrava chiusa, poi sono uscite altre intercettazioni e la Fip ha riaperto l’inchiesta. Bisogna farle i complimenti, e’ stata attenta, quando la giustizia sportiva arriva immediatamente fa sempre bella figura. Il basket ha fatto un pronto intervento e di questo sono soddisfatto”. (AGI) Red