INFLUENZA: STUDIO, LA MIGLIOR CURA E’ LA PALESTRA

(AGI) - New York, 26 ott. - Con la stagione influenzale ormai iniziata e i timori per il nuovo virus H1N1 quale puo’ essere il modo migliore per evitare il contagio o per soffrire comunque di sintomi influenzali piu’ lievi? Una regolare e moderata attivita’ fisica, rispondono gli scienziati americani, in base a quanto suggerito da un esperimento condotto sui topi. L’attivita’ fisica regolare e moderata sembrerebbe infatti potenziare la risposta del sistema immunitario minimizzando gli effetti del virus una volta che si viene infettati. Altri studi hanno suggerito che le persone moderatamente attive soffrono di meno raffreddori e influenze, e quando si ammalano hanno sintomi piu’ leggeri, rispetto alle persone sedentarie, mentre chi si esercita fino allo stremo rischia di aumentare la propria vulnerabilita’. Le ricerche in passato hanno anche evidenziato che lo sport potenzia l’attivita’ di diverse parti del sistema immunitario aiutando a limitare l’attacco virale o a eliminare il virus dal corpo piu’ velocemente. Nel nuovo studio, i ricercatori hanno scoperto che i topi che si esercitavano regolarmente sviluppavano sintomi meno gravi quando infettati col virus dell’influenza rispetto ai topi non sottoposti allo stesso programma di attivita’ fisica. Svolgere attivita’ fisica regolare permette alla malattia di essere, in pratica, piu’ blanda e piu’ breve, spiegano la dottoressa Marian L. Kohut e i colleghi della Iowa State University in Ames sul Journal of Infectious Diseases. I topi “attivi” avevano minore concentrazione di virus nei polmoni e un livello di infiammazione piu’ basso. Resta da provare che anche nell’uomo siano validi gli stessi meccanismi osservati nei topi, ma l’equipe dell’Iowa e’ convinta che l’influenza si combatte anche in palestra. (AGI)

Red/Eli