ATLETICA: STUDIOSO, BOLT? ABORIGENI PREISTORICI PIU’ VELOCI

AGI/REUTERS) - Londra, 14 ott. - Mentre tutto il mondo si stupiva gli aborigeni preistorici australiani avrebbero sorriso davanti ai record dell’uomo piu’ veloce del mondo. Perche’ loro, in condizioni moderne, avrebbero polverizzato i record sui 100 e 200 metri. E’ la tesi contenuta in un libro dell’antropologo australiano Peter McAllister. Non solo: lo studioso sostiene che alcuni tutsi in Ruanda hanno battuto il record del salto in alto di 2 e 45 durante alcune cerimonie. Inoltre, qualsiasi donna di Neanderthal avrebbe battuto l’ex culturista e attuale governatore della California Arnold Schwarzenegger a braccio di ferro. Conclusioni McAllister, professore all’universita’ di Cambridge, e’ arrivato confrontando le impronte. Bolt raggiunse la velocita’ massima di 42 chilomtri allora quando stabili’ il record dei 100 metri (9.69) a Pechino. Con scarpe e attrezzature moderne, sostiene il professore, gli aborigeni preistorici australiani avrebbero toccato i 45 orari. (AGI)

Zec