(SCHEDA) F.1: BRIATORE, IL SUPERMANAGER CHE AMA LA MONDANITA’

(AGI/REUTERS) - Roma, 16 set. - Condottiero in Formula 1 dove ha lanciato stelle come Michael Schumacher e Fernando Alonso. Manager nel calcio, mondo in cui ha da poco messo piede con l’acquisto, in Scozia, del Queens Park Rangers. Proprietario delle discoteche “Billionaire” in Costa Smeralda e “Twiga” in versilia dove tutti vorrebbero trascorrere una notte. Flavio Briatore, nato a Verzuolo, in provincia di Cuneo il 12 aprile 1950, sposato con Elisabetta Gregoraci, si e’ spesso guadagnato le copertine della stampa gossip per le sue numerose relazioni con donne bellissime e famose, come le modelle Naomi Campbell, Vanessa Kelly e Heidi Klum. Nel 1988 si avvicina per la prima volta a un Gran premio di Formula 1, ospite in Australia di quel Luciano benetton che aveva conosciuto negli anni ‘70 e con il quale aveva cominciato a fare esperienza nel mondo dell’imprenditoria. Gli basta un anno per trasferirsi in Inghilterra a capo della Benetton Formula 1, un team che con Briatore alla guida mette la freccia e comincia una corsa culminata con i titoli mondiali conquistati nel 1994 e 1995 dal pilota che fu la sua grande scoperta, Michael Schumacher. In questi due anni la Benetton si aggiudica anche un titolo costruttori. Nel 2002 assume il comando della Renault, che decide di rientrare in Formula 1 acquistando la Benetton e un anno dopo Briatore lancia il terzo pilota della scuderia, Fernando Alonso, al posto di Jarno Trulli. Lo spagnolo trionfa nel 2005 e nel 2006 e la Renault conquista anche due titoli costruttori. (AGI)

Zec