BASKET: ADDIO A PORELLI, GRANDE DIRIGENTE SPORTIVO

(AGI/ITALPRESS) – Roma, 4 set. – Entra alla Virtus nella sezione tennis che dirige con grande successo per diventare prima consigliere e piu’ tardi vicepresidente della societa’ madre. Nel 1968 il presidente della Virtus Elkan gli chiede di prendere in mano la sezione pallacanestro che Porelli guida dal 1968 al 1989 quale procuratore generale: nel suo periodo vince 16 titoli nazionali. Dal 1984 al 1992 Porelli e’ stato anche Vice presidente vicario della Lega di Serie A maschile di pallacanestro (Presidente Gianni De Michelis), di cui era stato un fondatore. Eletto nella Hall Of Fame del Basket italiano, Vice presidente della Federazione Italiana Pallacanestro dal 1992 al 1999, Porelli e’ stato anche dal 1998 al 2002 Presidente della Commissione Legale mondiale e della Commissione Legale europea della FIBA, nonche’ membro del “Bureau Europe’en” e membro della Commissione Legale Mondiale. Nel 1991 ha fondato, con la lega di Spagna, l’Uleb (Unione Leghe Europee Basket) di cui e’ stato Presidente per otto anni ed ultimamente Presidente Onorario. “Gianluigi Porelli e’ stato un uomo geniale – lo ricorda Eduardo Portela, presidente della Lega spagnola e dell’Uleb – una grande persona e un amico. Nel suo lavoro alla Virtus, nella Lega e nell’Uleb come dirigente trasmetteva uno spirito imprenditoriale e professionale e sapeva ge nerare fiducia. Il suo apporto al basket italiano ed europeo e’ stato troppo grande per poter essere quantificato. Senza dubbio, non si potra’ parlare del basket italiano ed europeo nelle ultime decadi senza tenere presente il suo enorme contributo. Sara’ ricordato sempre, come persona e come dirigente, specialmente da quelli che hanno avuto la possibilita’ di conoscerlo ed incontrarlo. E’ stato un esempio per tutti”. (AGI)

Red