F.1: GP GERMANIA, MASSA, ERA DA TANTO CHE NON SALIVO SUL PODIO

(AGI/ITALPRESS) - Nuerburgring (Germania), 12 lug. - Di diverso umore, ovviamente il compagno di team Kimi Raikkonen. “Sicuramente la Germania non mi porta fortuna. Non so quante volte ormai sia accaduto che un problema indipendente dalla mia volonta’ mi abbia costretto al ritiro: stavolta e’ stata colpa di un detrito. Peccato, perche’ penso che avrei potuto ottenere un buon risultato. La macchina era un po’ difficile da guidare all’inizio ma credo che fossimo tutti nelle stesse condizioni. Intorno al giro 14 abbiamo iniziato a vedere qualcosa che non andava e abbiamo provato a gestire la situazione. Poi abbiamo iniziato a perdere molta potenza e la squadra mi ha chiesto di ritornare al box perche’ non c’era piu’ nulla che potessimo fare. L’incidente con Sutil? Sono cose che succedono in gara, ci siamo parlati e credo che anche lui la veda in questo modo, come del resto l’ha vista la Giuria”. “Questo podio di Felipe e’ un bellissima ricompensa per tutta la squadra, che ha fatto un grande lavoro durante il fine settimana e nella preparazione di questa gara. Siamo peraltro davvero dispiaciuti per quello che e’ successo a Kimi, che avrebbe potuto portare a casa dei punti importanti”, ha commentato il responsabile di pista della Ferrari Chris Dyer. “Questo risultato ci da’ una grande motivazione per il prosieguo della stagione: dobbiamo continuare a lavorare con lo stesso impegno per tornare li’ dove vogliamo essere. La scelta di rimanere con le gomme morbide anche nella seconda porzione della gara e’ stata presa sia in base quello che avevamo visto nel primo stint, dove e’ vero che Felipe aveva un po’ sofferto mentre Kimi non aveva avuto problemi, sia in base alla preoccupazione sul rendimento della mescola piu’ dura con queste temperature”. (AGI/ITALPRESS)

Red/Rus