MOTO: GP CATALUNYA, ROSSI “PECCATO SOLO PER LE GOMME”

(AGI/ITALPRESS) - Montmelo’, 8 giu. - Una piazza d’onore che vale quasi come una vittoria perche’, osserva, “dopo tre vittorie consecutive, ci puo’ stare un secondo posto. Io ho vinto al Mugello a casa mia, Pedrosa oggi ha avuto una motivazione in piu’ dal suo pubblico”. Valentino Rossi accetta il verdetto della pista senza battere ciglio: anzi, il Gp di Catalogna gli ha dimostrato, ancora una volta, come sia piu’ competitivo rispetto al recentissimo passato. “E’ impossibile dire cosa sarebbe successo se fossi partito davanti - ha detto il pesarese della Yamaha ai microfoni di Mediaset - ma la sensazione dalla moto e’ che sarebbe stato comunque difficile stare al passo di Pedrosa. Magari gli avrei dato qualche fastidio in piu’, cosa che avrebbe dovuto fare Stoner se, per un paio di errorini, non fosse subito andato largo. Dani ha avuto strada libera e quando cio’ accade e’ un computer: mi aspettavo Casey, complimenti allo spagnolo. Mi rosicchia punti in classifica ma, in un campionato cosi’, i venti conquistati oggi sono importantissimi”. Che le cose stiano girando in maniera diversa soprattutto dall’anno scorso e’ chiaro anche al ‘Dottore’ di Tavullia: “Ho provato subito ad andare via ma non ce l’ho fatta, Stoner mi ha sorpassato ed ho subito pensato all’anno scorso. Ora pero’ la mia Yamaha resta in scia della Ducati: Casey e’ un cagnaccio, non molla mai, pero’ alla fine sapevo di poter dare qualcosa in piu’ ed ho compiuto due giri perfetti. Diciamoci la verita’: l’anno scorso, partendo nono, sarei arrivato dodicesimo, oppure sarei caduto o la moto si sarebbe rotta. Invece sono arrivato secondo dopo tre vittorie consecutive: in classifica Dani ed io ci siamo allontanati da Lorenzo e Stoner, che pero’ per me non e’ fuori dai giochi”. L’unica ‘pecca’ nella bella giornata al Montmelo’ di Valentino sono state le gomme Bridgestone: “Sono state perfette nelle ultime tre gare ma stavolta abbiamo preso una bella paga dalle Michelin. Possiamo migliorare, per fortuna domani ci sono subito i test”. (AGI)

Red