BASKET: FINALE SCUDETTO, DOMANI A SIENA PRIMO ATTO

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 2 giu. - Siena per la conferma, Roma per la storia. Il conto alla rovescia per la finale scudetto e’ ormai agli sgoccioli e domani, al PalaMens Sana, va in onda gara-1 della serie che mettera’ di fronte Montepaschi e Lottomatica, primo atto di una sfida annunciata e, per la prima volta, al meglio delle sette partite. Che fossero le formazioni di Pianigiani e Repesa a contendersi il tricolore se l’aspettavano un po’ tutti: da due anni i toscani dominano in Italia quasi incontrastati e in questa stagione l’unica possibile alternativa e’ stata rappresentata dai capitolini, che sperano di sovvertire un pronostico che li vede sicuri, o quasi, sconfitti. Del resto le due squadre si conoscono abbastanza bene visto che si affronteranno nei play off per il quarto anno consecutivo (quarti 2004-05 e 2005-06, semifinale 2006-07 e finale 2007-08) e il bilancio tra i due coach vede Pianigiani in vantaggio per 6-2, con i toscani che hanno vinto le ultime 5 gare (3 play off 2006/07, 2 regular season 2007/08).

Le prime due partite si giocheranno a Siena ma Roma, oltre a provare a fare il colpaccio, dovra’ anche preoccuparsi di difendersi davanti al proprio pubblico visto che i mensanini non perdono in trasferta nei play off dal 25 maggio 2006 (63-84 proprio contro Roma), collezionando da allora sei vittorie consecutive. In stagione regolare, la Montepaschi ha vinto entrambi i confronti (92-76 a Siena, 78-76 a Roma) e Pianigiani vuole il terzo tricolore nella storia del club toscano per coronare una cavalcata trionfale (31 vittorie e appena 3 sconfitte in campionato, 6 successi nei play-off) che renderebbe meno amara l’eliminazione nella semifinale di Final Four di Eurolega.

Sulla carta, visti i numeri che mette in mostra Siena, non sembrerebbe esserci confronto ma Roma, che torna a disputare una finale scudetto a 25 anni di distanza (il primo e unico precedente risale al 1982/83, serie vinta 2-1 su Milano) non vuole certo recitare la parte di vittima annunciata. L’ottima regular season chiusa al secondo posto e le vittorie nette su Cantu’ (3-1) e soprattutto Avellino (3-0) dimostrano che la Lottomatica ha tutte le carte in regola per giocarsela. Da domani sera la parola passa al parquet. (AGI/ITALPRESS)

Red/Zec