DOPING: SARA SIMEONI, I GIOVANI OGGI HANNO MODELLI SBAGLIATI

(AGI) - Roma, 16 ott. - “Oggi si pensa che il doping sia la panacea di tutto: i giovani vogliono ottenere subito risultati senza capire che questo atteggiamento non paga”. Lo ha detto l’ex primatista mondiale di salto in alto, Sara Simeoni, vicepresidente della commissione interministeriale per la lotta al doping, spiega a margine della presentazione dell’intesa tra Ministero della Salute, Ministero delle Politiche giovanili e Coni per contrastare il fenomeno. “A differenza di quando gareggiavo io - ha detto la Simeoni - oggi c’e’ una maggiore diffusione del doping al di fuori dell’agonismo. I giovani hanno input sbagliati, modelli da imitare spesso errati. Da quando ho smesso l’attivita’ agonistica - ha concluso - ho cercato di trasmettere ai giovani i valori in cui credo, il fatto che lo sport e’ importante per la salute. Per riuscire a cambiare le cose, comunque, bisognera’ lavorare ancore molto”. (AGI)
Cau