DOPING: AL VIA PREVENZIONE E CONTROLLI FIN DENTRO LE PALESTRE

oni.
(AGI) - Roma, 16 ott. - “Saranno istituti laboratori antidoping regionali che si occuperanno di fare prevenzione al livello locale - ha detto ancora la responsabile della Sanita’ -. Al momento e’ attivo quello della Toscana e sono in via di accredito quelli di Veneto e Piemonte. Questi laboratori - ha concluso - non svolgeranno solo un ruolo fondamentale nelle attivita’ di controllo, ma avranno anche un’azione di verifica attraverso le sezioni di analisi clinica di coloro che si sono esposti a sostanze vietate”. Secondo la ministra Giovanna Melandri, “questo atto d’intesa apre una nuova stagione nella lotta al doping. Siamo riusciti a dipanare una matassa ingarbugliata - ha aggiunto Melandri - definendo le competenze e tracciando i confini: quando questi non sono chiari, infatti, si paralizzano anche le leggi migliori”. La firma di questo accordo giunge pochi giorni prima che l’Italia ratifichi la ‘Convenzione internazionale contro il doping nello sport’ promossa dalla conferenza generale dell’Unesco, gia’ firmata da 140 Paesi. “La convenzione e’ passata dal Senato alla Camera per l’esame conclusivo - ha detto Melandri -. Spero che venga ratificata rapidamente in modo che potremo andare alla conferenza mondiale di Madrid sul doping nello sport (in programma dal 15 al 17 novembre, ndr) dimostrando concretamente di essere all’avanguardia nella prevenzione e nella lotta al fenomeno”. L’intesa prevede anche la programmazione annuale concordata di interventi che, come ha spiegato ancora Melandri, “verra’ verificata ogni tre mesi”. (AGI)
Cau